Agenda di Roma Tre da lunedì 10 a domenica 16 febbraio 2020

Link identifier archive #link-archive-thumb-soap-70273
Agenda di Roma Tre da lunedì 10 a domenica 16 febbraio 2020

Attività di Ateneo da lunedì 10 a domenica 16 febbraio 2020 inserite dai promotori nel sito dell'Ateneo tramite il sistema Link identifier #identifier__73289-1MeMo - Notizie di Ateneo


Seminario - Nanostrutture per il drug delivery: studi in vitro

10 Febbraio 2020, ore 11:00
Dipartimento di Scienze, Aula 7
Viale G. Marconi, 446 - Roma

Lunedì 10 febbraio 2020 alle ore 11:00, presso il Dipartimento di Scienze, si terrà il seminario dal titolo "Nanostrutture per il drug delivery: studi in vitro". 

L’incontro sarà tenuto da Marisa ColoneAnnarica Calcabrini e Annarita Stringaro, Centro Nazionale per Ricerca e la Valutazione Pre-clinica e Clinica dei Farmaci (FARVA), Istituto Superiore di Sanità. Lo sviluppo della nanomedicina per la diagnosi, il trattamento e il monitoraggio delle lesioni tumorali, e non solo, sta acquistando grande interesse sanitario.

La scelta di nanocarriers quali micelle polimeriche, dendrimeri, nanoparticelle metalliche, liposomi, con alta efficienza funzionale ma con effetti tossici ridotti, rappresenta uno degli importanti obiettivi perseguiti dalla ricerca in campo oncologico.

Come noto, con la terminologia drug-delivery si intende la somministrazione di farmaci e, più recentemente, anche di sostanze di origine naturale mediante diversi sistemi di rilascio che permettono di ottenere numerosi vantaggi rispetto alle terapie farmacologiche convenzionali.

Lo sviluppo di queste tecnologie innovative basate sull’uso di nanoparticelle come carriers di diverse molecole in medicina terapeutica, preventiva e rigenerativa, richiede uno studio approfondito delle caratteristiche chimico-fisiche, nonché un’analisi dei processi fisiologici attivati dall’interazione della nanoparticella con i sistemi cellulari coinvolti. 

Durante questo seminario verranno presentati i risultati degli studi in vitro sulla biocompatibilità ed efficienza di diversi sistemi di delivery. Questi dati sono stati ottenuti presso l'Istituto Superiore di Sanità (ISS) da un team di ricercatori che lavorano attualmente nel Reparto di Ricerca Farmacologica e Terapia Sperimentale, Sottoarea Nanomedicina e Terapie Integrate del Centro Nazionale per Ricerca e la Valutazione Pre-clinica e Clinica dei Farmaci (FARVA).  

Link identifier #identifier__134563-2Locandina 

Per informazioni:
Armida Sodo
tel. 0657337217
Link identifier #identifier__60690-3armida.sodo@uniroma3.it


 

Workshop - Identificazione di inquinanti presenti negli ambienti di lavoro che interferiscono con l’azione degli ormoni estrogeni

11 Febbraio 2020, ore 09:30
Dipartimento di Scienze, Aula 3
Viale G. Marconi, 446 - Roma

Martedì 11 febbraio 2020 alle ore 09:30, presso il Dipartimento di Scienze, si terrà il workshop dal titolo “Identificazione di inquinanti presenti negli ambienti di lavoro che interferiscono con l’azione degli ormoni estrogeni”.

Gli interferenti endocrini rappresentano una classe di composti chimici ampiamente diffusi nell’ambiente come costituenti delle plastiche, pesticidi, cosmetici e di molti altri prodotti di largo consumo. Vengono definiti come sostanze che possono alterare le funzioni del sistema ormonale causando effetti avversi sulla salute di organismi integri e della loro progenie.

Associate all’esposizione agli interferenti endocrini sono state riportate patologie connesse alla funzione riproduttiva, obesità, diabete, neuro-degenerazione e diverse forme di cancro.
La sfida attuale è quella di poter sviluppare dei test che consentano la rapida valutazione dell’esposizione umana agli interferenti endocrini, in modo da poter attivare strategie di prevenzione contro la compromissione della funzione riproduttiva e delle altre funzioni.

Il workshop riporta gli studi effettuati sugli interferenti degli ormoni estrogeni nell’ambito della linea 9 del progetto di Eccellenza del Dipartimento di Scienze e del progetto BRIC ID49 finanziato dall’INAIL nell’ambito del proprio piano di attività di ricerca.

La partecipazione della giornata è gratuita.
Per motivi logistici è obbligatoria la prenotazione entro e non oltre il 7 febbraio 2020 al seguente indirizzo: Link identifier #identifier__166288-4maria.marino@uniroma3.it.

Ulteriori informazioni: Link identifier #identifier__183625-5https://www.inail.it/cs/internet/comunicazione/news-ed-eventi/eventi/evento-bric-ormoni-estrogeni-roma.html 

Link identifier #identifier__127868-6Locandina 

Link identifier #identifier__195404-7Programma 


 

GVU 2020 Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere

12 Febbraio 2020, ore 09:30
Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere, Aula Magna
Via Ostiense, 234 - Roma

Mercoledì 12 febbraio 2020 alle ore 09:30, presso il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere, si terrà durante la giornata di Vita Universitaria la presentazione dell’offerta formativa dei Corsi di Laurea in Lingue e Letterature per la Comunicazione InterculturaleLingue e Mediazione Linguistico-Culturale. 

Durante l’incontro gli studenti avranno la possibilità di assistere alla presentazione dei suddetti Corsi di Laurea da parte dei docenti e degli studenti seniores del Dipartimento, nonché di assistere a delle lezioni.

Il programma dell’incontro sarà costantemente aggiornato on line sul sito orientamento nell’apposita Link identifier #identifier__2179-8sezione dedicata.
Per informazioni relative all’offerta didattica del Dipartimento è possibile consultare il Link identifier #identifier__19228-9sito.
Per rimanere aggiornato sui prossimi eventi di orientamento, è possibile consultare la pagina Link identifier #identifier__46279-10Facebook.

Per informazioni:
Valentina Cavalletti
tel. 0657332816
Link identifier #identifier__109005-11ufficio.orientamento@uniroma3.it


 

Roma Tre Orchestra: Young Artists Solo Piano Series 2019/2020 - Federico Gad Crema


13 febbraio 2020 - ore 19.00
Scuola Lettere Filosofia Lingue, Aula Magna
Via Ostiense 234 - Roma
  
Federico Gad Crema, pianoforte - Terzo Premio al Concorso Internazionale Pianistico A. Casagrande
Roma Tre Orchestra 

Young Artists Solo Piano Series 2019 - 2020
F. Chopin: Studi op. 25 nn. 5, 7, 11; Ballata n. 3 in la bemolle maggiore op. 47;
Ventiquattro preludi per pianoforte op. 28
 
Giovedì 13 febbraio 2020 alle ore 19 presso l'Aula Magna della Scuola di Lettere Filosofia Lingue, ritorna la rassegna Young Artists Solo Piano Series. Si tratta di una formidabile occasione per ascoltare alcuni dei più interessanti talenti del panorama pianistico nazionale e non solo, che affrontano alcune delle più importanti pagine del repertorio pianistico, da Bach alla musica d'oggi. Alcuni di essi sono già solisti in carriera, altri al loro debutto romano, così come nella tradizione di talent-scouting che da anni svolge Roma Tre Orchestra
  

Biglietti
Biglietto singolo: € 12,50
ridotto bibliocard: € 8,50
ridotto (under 35 / over 65 / docenti e personale Roma Tre): € 10,00
ridotto studenti regolarmente iscritti all'Università Roma Tre: € 2,50

I biglietti possono essere acquistati la sera stessa dei concerti, presso il teatro a partire da un’ora prima dell’inizio del concerto oppure online a Link identifier #identifier__178051-12questo link

Per informazioni:
3920244701
Link identifier #identifier__115000-13orchestra@uniroma3.it
Link identifier #identifier__37307-14www.r3o.org 


 

Seminario - Esempi di ricezione ciceroniana nella letteratura italiana del Novecento

14 Febbraio 2020, ore 15:00
Dipartimento di Studi Umanistici
Via Ostiense, 234/236 - Roma

Nell'ambito del ciclo di Seminari di Antichistica, venerdì 14 febbraio 2020 alle ore 15:00 nell'Aula "Paolo Radiciotti" dell'Area di Studi sul Mondo Antico del Dipartimento di Studi Umanistici, Università degli Studi Roma Tre, il prof. Andrea Balbo (Università di Torino) terrà un seminario sul tema: Esempi di ricezione ciceroniana nella letteratura italiana del Novecento. 

I seminari di Antichistica sono stati istituiti nel 2002 e sono organizzati dal prof. Mario De Nonno e dalla prof.ssa Adele Teresa Cozzoli. Sono seminari interdisciplinari dell'area antichistica, si svolgono il venerdì pomeriggio alle ore 15:00, salvo diversa indicazione, sono annuali da novembre a maggio, sono aperti a studenti, dottorandi e docenti. 

Non occorre iscrizione se non per gli studenti che avranno diritto a 6 cfu nella sezione F per la loro frequenza, dietro verifica.
Fanno parte del curriculum Tradizione greca e romana del Dottorato di Ricerca in Civiltà e culture linguistico letterarie dall'antichità al moderno, Università Roma Tre.

Link identifier #identifier__72239-15Calendario Seminari 

Per informazioni:
Adele Teresa Cozzoli
tel. 0657338401
Link identifier #identifier__199293-16adeleteresa.cozzoli@uniroma3.it
Mario De Nonno
Link identifier #identifier__169988-17mario.denonno@uniroma3.it
Link identifier #identifier__121202-18http://studiumanistici.uniroma3.it 


 

Il Triangolo invernale e il mistero di Sirio

15 Febbraio 2020, ore 15:00
Museo Geopaleontologico “Ardito Desio”
Piazza della Torre, 11 - Rocca di Cave

Sabato 15 febbraio 2020, presso il Museo Geopaleontologico “Ardito Desio”, si terrà la serata osservativa “Il triangolo invernale e il mistero di Sirio”. 

L'evento è organizzato dal Dipartimento di Scienze di Roma Tre (Dipartimento di Eccellenza italiano), in collaborazione con il Comune di Rocca di Cave e il Gruppo Astrofili CDS-Hipparcos.

La giornata si apre alle 15.00 con l’escursione geopaleontologica nel territorio comunale di Rocca di Cave, dove si rinvengono numerosi affioramenti fossiliferi relativi alla presenza di una scogliera corallina del Cretacico Superiore.

Alle 17.00, dopo la parte introduttiva: Costellazioni e pianeti del giorno, ci sarà l’approfondimento: “Simboli astrali in chiese e basiliche di Roma”. 
Nelle chiese più antiche di Roma, infatti, sono racchiuse opere d’arte le cui originarie finalità non sono chiaramente comprensibili al visitatore contemporaneo.

I simbolismi cristiani sono intrecciati a conoscenze e tradizioni di antichissima origine, tra cui assumono rilevanza gli aspetti astronomici: rappresentazioni del Sole e della Luna, delle costellazioni zodiacali, dell’asse di rotazione della volta celeste, dei cieli planetari e delle stelle fisse, ipotesi cosmogoniche, sono “nascoste” in mosaici, affreschi e bassorilievi. A volte queste spettacolari rappresentazioni artistiche, si ispirano direttamente alle tradizioni bibliche e alla scienza babilonese.

Dalle 19 alle 22, la serata “Il Triangolo invernale e il mistero di Sirio”, dedicata alla conoscenza del cielo invernale. Alla metà di febbraio, il cielo verso Sud è dominato dalle costellazioni di Orione, del Toro, dei Cani celesti della Lepre e dei Gemelli.

Nel mondo classico, queste costellazioni rappresentavano una scena di caccia, con Orione che minacciava il Toro, e i cani che inseguivano la Lepre. È la regione celeste più brillante, visibile alle nostre latitudini. Sirio è la stella più luminosa dei due emisferi e insieme a Betelgeuse in Orione, e Procione nel Cane Minore, costituiscono il cosiddetto Triangolo invernale, la controparte altrettanto brillante, del più famoso, Triangolo estivo. Nella costellazione di Orione, la stella alfa, Betelgeuse “la spalla destra”, una supergigante rossa, sta mostrano un raro fenomeno, percepibile anche a occhio nudo.

Da oltre venti anni, il suo splendore è diminuito costantemente, rendendo la stella, seconda per luminosità, dopo Rigel “il piede sinistro” del Cacciatore, una supergigante bianco-azzurra.  Anche le tre brillanti stelle della cintura, tutte bianche-azzurre, sono supergiganti distanti oltre 1000 anni luce, in qualche modo correlate alla cosiddetta "Spada", una gigantesca nebulosa ad emissione, di gas idrogeno e polveri, sede di un'intensa formazione stellare in atto.

Verso Nord si stagliano le costellazioni circumpolari, con l'Orsa Maggiore bassa sull'orizzonte, e Cassiopea alta a nordest, i cui allineamenti stellari guidano al riconoscimento del Perseo, di Andromeda e Pegaso.

Tra gli oggetti di “cielo profondo”, sono osservabili, gli ammassi aperti M35 nei Gemelli, M45, le Pleiadi, nel Toro, la galassia M31 in Andromeda, la nebulosa di Orione M42. Per i pianeti, Venere, brillantissima nei Pesci, è osservabile, dopo il crepuscolo, al massimo del suo splendore. Molto più in basso, sull’orizzonte sudovest, il pianeta Mercurio.

Il remoto Urano è visibile per tutta la notte al confine fra l'Ariete e i Pesci. La Luna nuova, al 21° giorno della lunazione, è visibile a partire dalla tarda notte. 

Programma dell'evento 

Ore 15:00 
Escursione al sentiero geopaleontologico.

Attraverso 100 milioni di anni L'attività è su prenotazione. Inviare una mail a info.hipparcos@gmail.com indicando nome, numero di partecipanti e recapito telefonico.

Ore 17:00 
Spettacolo planetario “Simboli astrali in chiese e basiliche di Roma”

Ore 19:00 
Serata osservativa*

“Il Triangolo invernale e il mistero di Sirio”

L'attività è su prenotazione. Inviare una mail a info.hipparcos@gmail.com indicando nome, numero di partecipanti e recapito telefonico.

* La serata osservativa non si svolgerà in caso di maltempo.

Costi: escursione 5€, spettacolo al Planetario 5 €, Serata osservativa 6 €, combinazione di 2 attività 8 €, combinazione di 3 attività 12€ (ingresso gratuito bambini fino a 7 anni e persone con disabilità) 

Appuntamento: L’appuntamento per l’escursione e per la serata sono presso la biglietteria del Museo piazza della Torre 11; Rocca di Cave; per gli spettacoli al Planetario, presso la sede in Via del Colle Pozzo,1, Rocca di Cave.

Le serate si svolgono a 1000 metri di quota, pertanto si consiglia abbigliamento e calzature adeguato all’ambiente montano.

Per informazioni:
Segreteria Museo
tel. 3355827864