logo Roma Tre
versione stampabile invia questa pagina  per email

Facoltà di Giurisprudenza

vai al sito della facoltà:
http:// www.giur.uniroma3.it/

informazioni generali sulla facolta
Preside: Prof. Paolo BENVENUTI
Telefono: non disponibile
Fax: 06 57332508
Indirizzo: via Ostiense, 163 - 00154 Roma
Email: pres_giur@uniroma3.it
Resp. Ufficio presidenza: Angela DE VITO

Per informazioni su Preiscrizioni, Immatricolazioni, Iscrizioni consultare il portale dello Studente

ANNO ACCADEMICO 2009-2010

immagine della facoltà

Sono disponibili in formato elettronico le guide didattiche A.A. 2009-2010.

La Facoltà, sin dalla sua attivazione, ha progettato, e via via consolidato, un'esperienza didattica molto innovativa nel panorama delle offerte del sistema
universitario romano. L'obiettivo di fondo è stato quello di dare una preparazione giuridica di base, in grado di rispondere alle mutevoli richieste del mercato
del lavoro e alle sollecitazioni del mondo professionale, nonché qualificata dallo sviluppo del discernimento critico e di un'adeguata sensibilità culturale.
Il percorso formativo è stato pensato, di conseguenza, in maniera da favorire, per quanto possibile, il rapporto tra studenti e docenti, con una didattica che
tendesse a privilegiare il profilo dell'apprendimento e della maturazione critica su quello della pura e semplice illustrazione di saperi tecnici, sia pure altamente
specialistici.
Va sottolineato altresì che obiettivo privilegiato, che caratterizza la politica della didattica e della ricerca della Facoltà di Giurisprudenza di Roma Tre, è stato da sempre quello della formazione di un giurista capace di operare anche a livello europeo; viene quindi dedicata particolare attenzione, o all'interno di singoli corsi, o anche in corsi specifici, al nuovo diritto europeo, nei suoi aspetti di diritto internazionale, comunitario e comparato, nonché all'apprendimento del linguaggio tecnico-giuridico nelle diverse lingue dei paesi dell'Unione Europea.
Tali obiettivi sono risultati coerenti e compatibili anche con la ratio e la struttura del nuovo ordinamento della Laurea Magistrale in Giurisprudenza a ciclo unico (LMG/01), previsto nel recente DM 270, che per il conseguimento di detta laurea ha introdotto un percorso quinquennale senza soluzione di continuità.
Nel dare attuazione alla riforma la Facoltà ha scelto peraltro di mantenere l'articolazione dei corsi in un percorso di apprendimento e approfondimento progressivo, che permettesse anche di mantenere per gli studenti la possibilità di opzione, alla fine del primo anno comune, per un percorso breve, con sbocco in una laurea in Scienze giuridiche (classe 31), e quindi con l'acquisizione di un titolo professionale di per sé spendibile sul mercato del lavoro nelle attività diverse dalle tradizionali professioni forensi, quali quelle di magistrato avvocato e notaio, attività per le quali è necessaria la Laurea Magistrale in Giurisprudenza.
Gli obiettivi formativi qualificanti il Corso di Laurea sono: fornire agli studenti il dominio anche critico dei principali saperi afferenti all'area giuridica, in particolare
negli ambiti storico-filosofico, privatistico, pubblicistico, processualistico, penalistico e internazionalistico, nonché in ambito istituzionale, economico,
comparatistico e comunitario; sviluppare la capacità di utilizzare in forma scritta e orale anche nel lavoro del giurista, oltre all'italiano, almeno una lingua dell'Unione Europea e di comunicare e gestire informazioni anche attraverso strumenti informatici e telematici.
A completamento del ciclo di studi del Corso di Laurea in Scienze giuridiche resta attivato il biennio del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza (classe
22S), con gli stessi obiettivi formativi del nuovo Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza a ciclo unico (LMG/01 - quinquennale).
Gli ambiti professionali tipici che si possono offrire al laureato magistrale sono: assicurare una preparazione culturale e professionale approfondita, idonea allo
svolgimento di attività altamente qualificate in ambito giuridico-amministrativo, pubblico e privato, nelle amministrazioni, nelle imprese e nei diversi settori del
sistema sociale, istituzionale e nelle libere professioni, con particolare attenzione alle professioni forensi.
I percorsi formativi prevedono un'articolazione in differenti curricula, che possono essere scelti dagli studenti in ragione dei loro specifici interessi, senza che ciò pregiudichi peraltro le future scelte professionali, in quanto tutti i percorsi mantengono al loro interno le discipline di base e le discipline caratterizzanti, previste nelle Tabelle ministeriali come obbligatorie.
Dall'Anno Accademico 2004-2005 è stato altresì attivato, in collaborazione con il Centro di eccellenza in Diritto europeo "Giovanni Pugliese" e la Facultè de Droit et des Sciences sociales di Poitiers, il Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza italo-francese Master Recherche.
Il Corso di Laurea consente di ottenere un doppio diploma: la Laurea Magistrale in Giurisprudenza ed il Master Recherche francese.
Per l'Anno Accademico 2006-2007 la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi Roma Tre partecipa in convenzione con le Università di Napoli Federico II-Facoltà di Giurisprudenza, Consorzio interuniversitario G. Boulvert, Centro romanistico Copanello, Università di Barcelona Pompeu-Fabra, Università di Varsavia, Pázmány Péter Katolikus Egyetem di Budapest, Università Statale di Scienze umanitarie di Mosca - Accademia delle Scienze di Russia, al Corso di Laurea Magistrale in Ius civile dell'Europa comune: fondamenti storici e prospettive di integrazione giuridica con sede amministrativa presso l'Università di Catania.
La Facoltà aderisce al programma di scambi internazionali Erasmus/Socrates dell'Unione Europea che rende possibile lo scambio di docenti e di studenti
con alcune Università di Paesi Europei e anche per l'Anno Accademico 2006-2007 sono state attivate le procedure necessarie a realizzare lo scambio di studenti con alcune delle più prestigiose istituzioni giuridiche europee.
La Facoltà, infatti, che come si è detto ha posto fra i suoi obiettivi caratterizzanti l'incentivazione del processo di internazionalizzazione, ha potenziato, sia
pure nei limiti delle risorse disponibili, lo scambio di docenti e studenti fra le diverse Università europee, anche mediante specifiche convenzioni per il rilascio
di titoli congiunti.
Tale obiettivo ha trovato il suo preciso riscontro anche nella programmazione della ricerca, volta a mettere a fuoco i problemi di comparazione giuridica
e unificazione del diritto posti dalla nuova realtà europea. I risultati di questo preciso orientamento scientifico e didattico hanno peraltro ottenuto un primo
importante riconoscimento nel finanziamento da parte del MIUR di un Centro di eccellenza in Diritto europeo "Giovanni Pugliese". Questo Centro, che è oggi struttura dell'Ateneo, vede fra i suoi obiettivi programmatici statutari la ricerca specializzata nell'analisi ed approfondimento dei problemi giuridici in prospettiva europea e transnazionale, nonché l'alta formazione specialistica, e la consulenza giuridica.
Nell'ambito della formazione Post Lauream, la Facoltà ha attivato altresì due Scuole dottorali, diversi Master e Corsi di Perfezionamento e/o aggiornamento
professionale.
In Facoltà è stata molto sentita anche l'esigenza di offrire pari opportunità a soggetti colpiti da inabilità fisiche e, per questo, oltre ad offrire loro un certo numero di accessi non subordinati all'esito delle prova di ammissione, si è anche incoraggiato lo sforzo dell'Ateneo, teso a fornirsi di adeguate politiche e
strumenti di sostegno.

Segreteria Didattica di Facoltà
Indirizzo: via Ostiense, 161-163 - 00154
Telefono: 06 57332560
Fax: 06 57332252
Email: fac.giur@uniroma3.it
Orari: lun, mer, ven 9-12
mar, giov 10-12 14,30-16,30
Responsabile: Emilia NICOLAO