20710560 - PSICOLOGIA DELLE EMOZIONI E DELLA COMUNICAZIONE MULTIMODALE- LM

L’insegnamento riguarda due ambiti della psicologia, le emozioni e la comunicazione. Riguardo al primo ambito, l’insegnamento si propone di fornire conoscenze e capacità di ricerca sui processi emotivi, la loro rappresentazione mentale, la loro evoluzione filogenetica e ontogenetica, le relazioni con la cognizione, l’interazione sociale e la comunicazione, il loro ruolo nei processi di decisione, di costruzione del sé, di educazione, di apprendimento.
Riguardo al secondo ambito, il corso mira a fornire conoscenze e capacità di ricerca sulla comunicazione in tutte le sue modalità, verbali, corporee e mediali, e ad approfondire meccanismi, processi ed evoluzione dell’interazione comunicativa faccia a faccia e a distanza, nonché le loro funzioni cognitive, affettive e sociali negli usi sinceri e ingannevoli dell’interazione interpersonale, pubblica, sociale e istituzionale.
Le conoscenze fornite permetteranno di far luce sui processi di espressione, comunicazione e regolazione emotiva, e su come le emozioni e la comunicazione si connettono ai processi di ragionamento, argomentazione e persuasione, insegnamento e apprendimento, influenzamento tra individui e tra gruppi.
Il corso mira a sviluppare competenze di analisi delle emozioni e della comunicazione ed espressione di contenuti cognitivi ed emotivi: attraverso metodologie qualitative e quantitative che spaziano dall’analisi concettuale alla ricerca empirica, sperimentale e simulativa, le conoscenze e capacità di analisi acquisite sono applicate alla ricerca sugli aspetti intellettivi, affettivi e sociali della comunicazione interpersonale, pubblica, istituzionale, sul lavoro, nell’educazione, nei media, nella politica, nella tecnologia, nella musica, nello spettacolo.
Al termine dell’insegnamento, lo studente avrà strumenti teorici e metodologici per condurre analisi teoriche e ricerche empiriche su processi emotivi e comunicativi in vari ambiti della vita degli individui e dei gruppi sociali, e saprà analizzare emozioni e situazioni comunicative nella vita quotidiana, nella politica e nelle attività estetiche, e su come si esprimono in vari tipi di media, dallo scritto al parlato, dalla televisione ai social networks.

POGGI ISABELLA

scheda docente | materiale didattico

Programma

Le emozioni: definizione, funzioni biologiche e sociali, tipi, regolazione, espressione e comunicazione. Emozioni primarie, emozioni dell’immagine, cognitive, sociali, morali. Le emozioni nell’interazione interpersonale, sul lavoro, nell’insegnamento e nell’apprendimento, nella politica, nell’arte, la musica e lo spettacolo.
Processi cognitivi, affettivi e relazionali implicati nella comunicazione in tutte le sue modalità corporee (parole e frasi, prosodia e intonazione, gesti, espressione facciale, sguardo, contatto fisico, postura, prossemica, musica) e tecnologiche. Analisi e detezione della comunicazione sincera e ingannevole, cooperativa e aggressiva, e suoi usi nell’interazione interpersonale, sul lavoro, nell’educazione, nella politica, nello spettacolo.


Testi Adottati

I testi da portare all’esame sono i seguenti:

A. D’Urso V. e Trentin R.: Introduzione alla psicologia delle emozioni. Laterza, Bari 2006.
B. Poggi I. (a cura di): La mente del cuore. Armando, Roma 2008.
C. Lotto L. e Rumiati R. (a cura di). Introduzione alla psicologia della comunicazione. Il Mulino, Bologna 2019 (nuova edizione): esclusi i capitoli 3, 4, 5, 10, 11.
D. Poggi I.: Le parole del corpo. Introduzione alla comunicazione multimodale. Carocci, Roma 2006.
E. Castelfranchi C. e Poggi I.: Bugie, finzioni, sotterfugi, per una scienza dell’inganno, Carocci, Roma 2012.
F. Un testo o insieme di testi, a scelta fra i 19 punti del seguente elenco:

1. Castelfranchi C.: Che figura. Emozioni e immagine sociale. Il Mulino, Bologna 2005.
2. Nussbaum, M.: L’intelligenza delle emozioni. Il Mulino, Bologna 2013.
3. Matarazzo O. e Zammuner V. (a cura di): La regolazione delle emozioni. Il Mulino, Bologna 2012.
4. Ledoux J.: Il cervello emotivo. Baldini e Castoldi, Milano 2005.
5. Damasio A.R.: Emozione e coscienza. Adelphi, Milano 2010.
6. Miceli M. e Castelfranchi C.: Expectancy and Emotion. Oxford University Press, Oxford 2013.
7. D’Amico A.: Intelligenza emotiva e metaemotiva. Il Mulino, Bologna. 2018.
8. Palvarini P.: Le emozioni che rendono forti. Il lavoro con le emozioni in psicoterapia. Alpes Italia.
9. Bazzanella C.: Linguistica cognitiva. Un’introduzione. Laterza, Bari 2014.
10. Levorato M.C.: Le emozioni della lettura. Mulino, Bologna, 1999.
11. Gallese V. e Guerra M.: Lo schermo empatico. Cinema e neuroscienze. Raffaello Cortina, Milano 2015.
12. Boulez P., Changeux J.P. e Manoury P.: I neuroni magici. Musica e cervello. Carocci, Roma 2016.
13. Mado Proverbio A.: Neuroscienze cognitive della musica. Il cervello musicale tra arte e scienza. Bologna, Zanichelli 2019
14. Cavalieri R. e Chiricò D.: Parlare, segnare. Introduzione alla fisiologia e alla patologia delle lingue verbali e dei segni. Bologna, Il Mulino.
15. Benedetti F.: L’effetto placebo. Breve viaggio tra mente e corpo. Roma, Carocci 2018.
16. La seguente coppia di testi:
a. Arielli E. e Bottazzini P.: Idee virali. Perché i pensieri si diffondono. Bologna, Il Mulino.
b. Riva G.: I social network. Bologna, Il Mulino

17. La seguente coppia di testi:
a. Cavazza N.: Pettegolezzi e reputazione. Bologna, Il Mulino.
b. Riva G.: Fake news: vivere e sopravvivere in un mondo post-verità. Bologna, Il Mulino

18. 4 articoli sulle emozioni scelti fra i seguenti, scaricabili dal link:
http://www.comunicazione.uniroma3.it/it/page/25/_/___22


Castelfranchi C. & Poggi I. (1990): "Blushing as a Discourse: Was Darwin Wrong?". In R.Crozier (Ed.) Shyness and Embarrassment. Perspectives from social Psychology. New York: Cambridge University Press, 1990, pp.230-251.

Poggi I. & Zuccaro V.: “Admiration”. Proceedings of the Workshop AFFINE: Affective Interaction in Natural Environment, Post-conference workshop of ICMI 2008, Chania, Crete, 24 sept. 2008.

Poggi I. & D’Errico F., (2009) “The mental ingredients of Bitterness”. Journal of multimodal user interface. Springer. DOI: 10.1007/s12193-009-0021-9

Poggi I, D’Errico F (2012) Pride and its expression in political debates. In Paglieri F, Tummolini L, Falcone R & Miceli M (eds) The goals of cognition. Festschrift for Cristiano Castelfranchi, London College Publications, London, pp. 221-253; 978-1-84890-094-3.

D’Errico F., Poggi I. (2014) Acidity. Emotional causes, effects, and multimodal communication. In A. Freitas-Magalhães (Ed.), Emotional Expression: The Brain and The Face (Vol.5). Porto: University Fernando Pessoa Press, pp.341-368.

D’Errico Francesca, Poggi Isabella (2016). Social emotions. A challenge for sentiment analysis and User Models. In: D’Errico F. Poggi I. (a cura di): Tkalčič M. De Carolis B. de Gemmis M. Odić A. Košir A., Emotions and Personality in Personalized Services. Models, Evaluation and Applications. vol. Social Emotions. A Challenge for Sentiment Analysis and User Models, Berlin:Springer International Publishing, ISBN: 978-3-319-31411-2, doi: 10.1007/978-3-319-31413-6

Poggi I. e Magno Caldognetto E.: “Il parlato emotivo. Aspetti cognitivi, linguistici e fonetici”. Atti del Convegno Il parlato italiano. Napoli, 12-15 febbraio 2003. Napoli, D’Auria. CdRom, 2004.

Poggi I., Pelachaud, C. & De Carolis B. (2001): “To display or not to display? Towards the architecture of a Reflexive Agent”. Proceedings of the 2nd Workshop on Attitude, “Personality and Emotions in User-adapted Interaction”. User Modeling 2001, Sonthofen (Germany), 13-17 July 2001.

Poggi I., and D’Errico, F. (2018): “Feeling offended”. A Blow to Our Image and Our Social Relationships. Frontiers in Psychology. January 17, 2018. https://www.frontiersin.org/articles/10.3389/fpsyg.2017.02221/full
19. 4 articoli sulla comunicazione multimodale scelti fra i seguenti, scaricabili dal link
http://www.comunicazione.uniroma3.it/it/page/25/_/___22

Vincze L., Poggi I. (2013) Multimodal markers of One's Own and the Other's Vagueness. AI*HCI 2013, Workshop of the XIII AI*IA Conference, December 4th

Poggi I., D'Errico F. (2013) Towards the Parody Machine. Qualitative analysis and cognitive processes in the parody of a politician. In A. Petrosino,

D'Errico F and Poggi I., Vincze L. (2013) Discrediting body. A multimodal strategy to spoil the other's image. In Poggi I., D'Errico F. (et al.; eds)

D'Errico, F., Vincze L. Poggi, I. (2013). Vagueness in Political Discourse. In S. Villalta & Cabrio (eds) Proceedings of 2nd International Workshop on

Poggi I, D'Errico F., Vincze L. (2013) Comments in words, face and body. Journal of multimodal users interface. Vol. 7, Issue 1 (2013), Page 67-78; DO

D'Errico, F., Vincze L. Poggi, I. (2013). Face and head comments. Taking the floor without words. In Mello, H., Pettorino, M., and Raso, T., editors,

Signorello, R., D'Errico, F., Poggi, I., Demolin, D., and Mairano, P. (2013). Charisma perception in political speech: a case study. In Mello, H., Pet

D'Errico F., Signorello R., Poggi I..(2013) The perception of charisma from voice. A cross-cultural study. Proceedings of Aci Conference, IEEE, pp. 55-

D’Errico F. and Poggi I.:“The Bitter Laughter”. When Parody Is a Moral and Affective Priming in Political Persuasion. Frontiers in Psychology, 09 August 2016 | https://doi.org/10.3389/fpsyg.2016.01144 (Scaricabile direttamente da Frontiers)
Altri testi d’esame in alternativa a quelli suddetti potranno essere comunicati in bacheca o concordati con la docente.


Modalità Erogazione

Il corso si svolge attraverso lezioni frontali e attività laboratoriali in cui gli studenti e studentesse applicano i concetti teorici esposti dal docente con esercizi di analisi e di ricerca su specifici fenomeni emotivi e comunicativi. La frequenza assidua e la partecipazione attiva a tali momenti di applicazione pratica, e la conseguente stesura di un elaborato sugli argomenti delle esercitazioni, dà diritto a esonero da una parte dei testi da portare all’esame orale.

Modalità Frequenza

Lezioni frontali e attività laboratoriali durante le ore del corso. La frequenza non è obbligatoria ma è utile per imparare facendo.

Modalità Valutazione

L’esame è orale: viene posta almeno una domanda, con relative esemplificazioni, su ciascuno dei testi (o gruppi di testi) del programma. Il programma è lo stesso per frequentanti e non frequentanti, ma chi partecipa attivamente alle esercitazioni laboratoriali e fa l’elaborato può essere esonerato da una parte dei testi d’esame. Il voto all’elaborato fa media con i punteggi ottenuti sui testi esposti all’orale.