21801003 - ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO

Nel quadro degli studi umanistici e nel disegno di una teoria generale del diritto, le Istituzioni di Diritto Privato hanno assolto e continuano ad assolvere ad una funzione che va oltre l'apprendimento delle nozioni tecniche del diritto privato attualmente in vigore. Nello studio della materia viene fornito un corredo di termini, definizioni, concetti riguardanti tutte le branche del diritto, e non soltanto quei settori che la tradizione riconduce nell'alveo della disciplina. L'analisi degli istituti fondamentali del diritto privato si prefigge lo scopo di introdurre lo studente a nozioni di carattere tecnico, atte a fornire uno strumentario utilizzabile anche in altri campi dell’esperienza sociale.
Il corso si articolerà in tre moduli. Nel primi due moduli verranno analizzati, oltre ad elementi di teoria generale, gli istituti fondamentali in materia di rapporto obbligatorio. Il terzo modulo si incentrerà sulla disamina della fenomenologia contrattuale.

Canali

CUFFARO VINCENZO

scheda docente | materiale didattico

Mutuazione: 21801003 ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO in Scienze politiche e relazioni internazionali L-36 AL CUFFARO VINCENZO

Programma

Il corso è diretto a fornire un quadro del sistema del diritto privato vigente. Lo studio delle norme contenute nel codice civile, lette in relazione ai principi costituzionali ed alle regole derivanti dalla partecipazione dell'Italia all'Unione Europea, consentirà allo studente di apprendere le regole vigenti nella disciplina dei rapporti privati, quali risultano dalle trasformazioni determinate dal necessario confronto con l'esperienza economica e sociale. Il programma del corso comprende essenzialmente i seguenti argomenti:
la norma giuridica e le fonti del diritto - il lessico dei concetti - i soggetti dell'attività giuridica: persona fisica, persona giuridica, enti di fatto - l'oggetto dei diritti: beni, diritti reali, possesso - fonti, struttura e vicende del rapporto obbligatorio - la responsabilità patrimoniale del debitore e le garanzie del credito - la responsabilità civile da fatto illecito - la disciplina del contratto in generale - i contratti del consumatore

Testi Adottati

ROPPO, Diritto privato, Linee essenziali, Quinta edizione, 2018 Il manuale espone l'intera materia del corso e dovrà quindi essere studiato integralmente.

oppure

TORRENTE, SCHLESINGER, Manuale di diritto privato,, ult. ed., Capitoli da I a XLII ed inoltre i Capitoli XLIII, XLIV, LIV, LV

E' comunque essenziale accompagnare lo studio del manuale con la consultazione diretta del testo delle norme di legge. Le principali Case editrici (Giuffré, Zanichelli, etc.) pubblicano annualmente un'edizione aggiornata del Codice civile, con la Costituzione, i Trattati UE e la leggi complementari

Modalità Erogazione

Lezioni frontali. A partire dalla metà del corso saranno svolti anche seminari di approfondimento

Modalità Frequenza

La frequenza è facoltativa

Modalità Valutazione

La prova è diretta a verificare se lo studente abbia compreso i principali istituti. Nel periodo di emergenza COVID-19 l’esame di profitto sarà svolto secondo quanto previsto all’art.1 del Decreto Rettorale n°. 703 del 5 maggio 2020

SPADAFORA ANTONIO

scheda docente | materiale didattico

Programma

Primo modulo: Teoria generale

Le fonti del diritto privato. Efficacia della norma giuridica nel tempo e nello spazio. L'nterpretazione della legge. L'analogia. La soggettività giuridica. La capacità (capacità giuridica e capacità d'agire; interdizione ed inabilitazione; la incapacità naturale). Le situazioni giuridiche soggettive (le situazioni attive: diritti soggettivi assoluti, relativi e potestativi. Diritto di proprietà e diritti reali su cosa altrui. Diritti reali di garanzia. La potestà. Le situazioni passive: obbligo, onere e soggezione). Acquisto ed estinzione delle situazioni giuridiche soggettive (diritti della personalità. Atti traslativi inter vivos e mortis causa. I modi di acquisto della proprietà a titolo originario. Regola "possesso vale titolo". Prescrizione e decadenza). Cenni sulla tutela dei diritti soggettivi (azioni a difesa della proprietà. Trascrizione). Le situazioni di fatto giuridicamente protette (possesso e detenzione. Azioni possessorie. Denunzia di nuova opera e di danno temuto). Gli enti giuridici (le persone giuridiche. Gli enti non riconosciuti).

Secondo modulo: L'obbligazione

Il concetto di obbligazione. Il sistema delle fonti delle obbligazioni. Le specie tipiche di obbligazioni. Le modificazioni soggettive attive e passive. L'adempimento e le modalità di estinzione alternative ad esso. La responsabilità per inadempimento. La garanzia patrimoniale ed i mezzi di conservazione. La responsabilità per fatto illecito.

Terzo modulo: Il contratto

Il concetto di autonomia negoziale. Atti negoziali e non negoziali. Tipicità ed atipicità negoziale. La nozione di contratto. Contratti consensuali e reali. Gli elementi essenziali. Gli elementi accidentali. Rappresentanza diretta ed indiretta. L'interpretazione del contratto. L'invalidità. La rescissione e la risoluzione. La simulazione. La tutela del consumatore. Cenni sui principali contratti tipici (compravendita; mandato; appalto; trasporto; comodato; mutuo; donazione).


Testi Adottati

Ai fini della preparazione potrà essere utilizzato, per le parti corrispondenti al programma d'esame, qualsivoglia manuale attualmente in commercio.
Deve ritenersi comunque indispensabile, in vista dello studio del programma istituzionale, la consultazione del codice civile (in edizione parimenti aggiornata).
La preparazione dovrà essere integrata attraverso lo studio del volume, a cura del docente, "Le pretese tutelabili attraverso l'azione di classe" (CEDAM, 2012), riguardo alla sola prima parte.

Bibliografia Di Riferimento

Non è prevista bibliografia aggiuntiva

Modalità Erogazione

Orale

Modalità Frequenza

La frequenza è facoltativa

Modalità Valutazione

Prova orale