21801582 - POLITICA ECONOMICA

POLITICA ECONOMICA
DOCENTE GIAN CESARE ROMAGNOLI
A.A. 2016/17

CORSI DI LAUREA IN COOPERAZIONE, GOVERNO E AMMINISTRAZIONE, SCIENZE POLITICHE:C.F.U. 8

VALIDO PER I CANALI A-L E M-Z DEI CORSI DI STUDIO DI SCIENZE POLITICHE, CORSI DI LAUREA TRIENNALI, DEL VECCHIO ORDINAMENTO E CORSI DI LAUREA QUADRIENNALI

PRESENTAZIONE E OBIETTIVI FORMATIVI

LA POLITICA ECONOMICA ANALIZZA, TENENDO CONTO DELLE CAUTELE METODOLOGICHE, I COMPORTAMENTI DELLE ISTITUZIONI ECONOMICHE E FINANZIARIE INTERNE, COME IL MERCATO, LO STATO, LA BANCA CENTRALE, CON RIFERIMENTO ALL’EFFICACIA DELLE POLITICHE MICRO E MACROECONOMICHE. TRA LE PRIME, IN PARTICOLARE, QUELLE RIGUARDANTI IL BENESSERE, LA CONCORRENZA E I MERCATI, LE AREE DEPRESSE E LE POLITICHE INDUSTRIALI, INCLUSA LA LORO VALUTAZIONE. TRA LE SECONDE, LE POLITICHE MONETARIE, FISCALI, VALUTARIE E DEI REDDITI, SIA NELL’AMBITO DEL MODELLO KEYNESIANO CHE DI QUELLO CLASSICO DI PIENO IMPIEGO, SIA IN ECONOMIA CHIUSA CHE IN ECONOMIA APERTA. PER QUANTO RIGUARDA GLI OBIETTIVI FORMATIVI, IL CORSO DI POLITICA ECONOMICA DI 8 CFU ANALIZZA I FALLIMENTI MICRO E MACRO DEL MERCATO E DEL “NON MERCATO” E I TRADE-OFFS, IN PARTICOLARE QUELLI TRA STATO E MERCATO, TRA DISOCCUPAZIONE E INFLAZIONE , TRA CRESCITA ECONOMICA E DISTRIBUZIONE DEL REDDITO E TRA CRESCITA ECONOMICA ED EQUILIBRIO DELLA BILANCIA DEI PAGAMENTI. A QUESTA ANALISI SI AGGIUNGE LA TRATTAZIONE DELLE PRINCIPALI POLITICHE FINALIZZATE AL RIEQUILIBRIO DEI MERCATI DEI BENI, DELLA MONETA E DELLA BILANCIA DEI PAGAMENTI. LA CONOSCENZA DI TUTTI QUESTI TEMI, E UNA FAMILIARITÀ CON LA STRUTTURA DEL PROCESSO DECISIONALE COSTITUISCONO I REQUISITI ESSENZIALI PER AFFRONTARE I DIVERSI PROFILI DELLA POLITICA ECONOMICA NELLA REALTÀ ODIERNA.

ARTICOLAZIONE DELL’INSEGNAMENTO

IL CORSO SI ARTICOLA IN TRE PARTI PRECEDUTE DA TRE LEZIONI DI METODOLOGIA:

- LA PRIMA PARTE TRATTA I TEMI DELL’ECONOMIA DEL BENESSERE E DELLA POLITICA DI PROGRAMMAZIONE, I FALLIMENTI MICRO E MACROECONOMICI DEL MERCATO E DEL “NON MERCATO”;

- LA SECONDA PARTE TRATTA LE POLITICHE MACROECONOMICHE E QUELLE MICROECONOMICHE DI MERCATO CHIUSO;

- LA TERZA PARTE TRATTA LE POLITICHE COMMERCIALI, GLI AGGIUSTAMENTI AUTOMATICI E DISCREZIONALI DELLA BILANCIA DEI PAGAMENTI E LE POLITICHE MONETARIE E FISCALI IN ECONOMIA APERTA.

PROGRAMMA

IL CORSO ISTITUZIONALE PRESENTA AGLI STUDENTI I METODI DI ANALISI, LE POTENZIALITÀ E I LIMITI DELL’USO DEI MODELLI CHE OFFRONO UN SOSTEGNO RAZIONALE ALLE DECISIONI DI POLITICA ECONOMICA.

OFFRE, INOLTRE, UN PANORAMA COMPLETO DEGLI OBIETTIVI E DEGLI STRUMENTI MICRO E MACROECONOMICI DELLA POLITICA ECONOMICA E FINANZIARIA, IN ECONOMIA CHIUSA E IN ECONOMIA APERTA, CON RIFERIMENTO AD UNA IMPOSTAZIONE METODOLOGICA CHE DISTINGUE, MA NON SEPARA, GLI AMBITI DISCIPLINARI DELL’ECONOMIA E DELLA POLITICA.

LA FINALITÀ DEL CORSO È QUELLA DI DARE AGLI STUDENTI UN’ADEGUATA PREPARAZIONE DI BASE SUI TEMI FONDAMENTALI DELLA POLITICA ECONOMICA TRATTATI DALLE PRINCIPALI SCUOLE DI PENSIERO NEL BREVE E NEL LUNGO PERIODO.

ROMAGNOLI GIAN CESARE

scheda docente | materiale didattico

Mutuazione: 21801582 POLITICA ECONOMICA in Scienze politiche e relazioni internazionali L-36 N0 ROMAGNOLI GIAN CESARE

Programma

IL CORSO ISTITUZIONALE PRESENTA AGLI STUDENTI I METODI DI ANALISI, LE POTENZIALITÀ E I LIMITI DELL’USO DEI MODELLI CHE OFFRONO UN SOSTEGNO RAZIONALE ALLE DECISIONI DI POLITICA ECONOMICA.

IL CORSO OFFRE, INOLTRE, UN PANORAMA COMPLETO DEGLI OBIETTIVI E DEGLI STRUMENTI MICRO E MACROECONOMICI DELLA POLITICA ECONOMICA E FINANZIARIA, IN ECONOMIA CHIUSA E IN ECONOMIA APERTA, CON RIFERIMENTO AD UNA IMPOSTAZIONE METODOLOGICA CHE DISTINGUE, MA NON SEPARA, GLI AMBITI DISCIPLINARI DELL’ECONOMIA E DELLA POLITICA.

LA FINALITÀ DEL CORSO È QUELLA DI DARE AGLI STUDENTI UN’ADEGUATA PREPARAZIONE DI BASE SUI TEMI FONDAMENTALI DELLA POLITICA ECONOMICA TRATTATI DALLE PRINCIPALI SCUOLE DI PENSIERO NEL BREVE E NEL LUNGO PERIODO.

Testi Adottati

IL TESTO DI RIFERIMENTO PER L'ESAME È IL SEGUENTE:
G.C. ROMAGNOLI, LEZIONI DI POLITICA ECONOMICA, FRANCO ANGELI, MILANO, Ristampa aggiornata, riveduta e corretta della 2.a edizione, 2018.

LETTURA CONSIGLIATA:
un saggio a scelta tra quelli pubblicati nel volume a cura di G.C. ROMAGNOLI, “Le frontiere della politica economica”,Franco Angeli, Milano, 2019.



Modalità Erogazione

Il corso si svolgerà nel secondo trimestre dell'a.a. 2019-2020. Esso avrà inizio lunedì 2 marzo 2019 alle ore 10.30 in Aula A e proseguirà nella stessa aula e alla stessa ora il martedì e il mercoledì. Le lezioni sono frontali e spiegano il programma del corso su cui vengono programmate sia le prove scritte che quelle orali con riferimento alla ristampa 2018 della seconda edizione del testo adottato: G.C. Romagnoli - Lezioni di Politica Economica, Franco Angeli, Milano, 2018. Il ricevimento degli studenti e dei laureandi è previsto il mercoledì alle ore 11.00 nella stanza dei professori 4.8 bis. Durante lo svolgimento del corso di Politica Economica, nei mesi marzo, aprile e maggio, il ricevimento è anticipato alle ore 10.00.

Modalità Frequenza

La frequenza è facoltativa

Modalità Valutazione

La valutazione avviene attraverso una prova scritta che viene svolta una sola volta per ogni sessione e rimane valida per tutti gli appelli delle prove orali di quella sessione. Winter Session Scritto: 22 January, ore 12.00 in Aula 1B. Orale: 29 January, 12 February, 26 febbraio, ore 9 in Aula 1B. Summer session Scritto: 3 June, ore 12.00 in Aula 1B Orale: 10 June, 1 July, 15 July, ore 9 in Aula 1B. A causa del coronavirus in questa sessione non è prevista la prova scritta. Pertanto l'esame sarà sostenuto soltanto con una prova orale online. Autumn session Scritto: 9 September, ore 12.00 in Aula 1B. Orale: 16 September, 30 September, ore 9 in Aula 1B.