logo Roma Tre

Roma Tre per i detenuti. Open Day a Rebibbia

Seguici su FacebookTwitterInstagramTelegram

COMUNICATO STAMPA

L’UNIVERSITÀ ROMA TRE PER LE CARCERI DEL LAZIO. OPEN DAY A REBIBBIA

Il 18 maggio l’Università degli Studi Roma Tre ha presentato i propri corsi di studio all’istituto penitenziario di Rebibbia.

Dopo l’introduzione dell rettore Mario Panizza, hanno portato il loro saluto alla platea Rosella Santoro, Direttrice di Rebibbia Nuovo Complesso, Cosimo Ferri, Sottosegretario di Stato del Ministero della Giustizia, Santi Consolo, Capo Dipartimento dell'Amministrazione penitenziaria, Mauro Palma, Garante nazionale per i diritti dei detenuti, Cinzia Calandrino, Provveditore regionale dell'Amministrazione penitenziaria di Lazio, Abruzzo e Molise, e Stefano Anastasia, Garanteper i diritti dei detenuti della regione Lazio.

Alla giornata hanno partecipato sia i detenuti che stanno terminando i corsi di scuola superiore sia gli studenti di alcuni licei romani.

La promozione dello studio universitario negli istituti penitenziari del Lazio è un impegno assunto dall’ateneo Roma Tre, che a tale fine ha stipulato una convenzione con il Provveditorato regionale dell’Amministrazione Penitenziaria e con l’Ufficio del Garante regionale dei diritti dei detenuti. A questa si accompagna il nuovo Regolamento di Ateneo per gli studenti sottoposti a misure restrittive della libertà personale che prevede alcune importanti semplificazioni burocratiche, anche per l’iscrizione ai corsi universitari, per la prenotazione degli esami, per lo svolgimento delle prove, nonché per l’ingresso di docenti e tutor negli Istituti penitenziari del Lazio. L’obiettivo di favorire lo svolgimento del percorso di studi, agevolato dall’esonero dal pagamento dei contributi universitari, si accompagna alla richiesta di assunzione di responsabilità da parte dello studente, che, secondo quanto deliberato dal Comitato istituito in base alla convenzione, potrà mantenere l’agevolazione iniziale a condizione che consegua un numero minimo di crediti annui.

L’Open Day è stata anche l’occasione per illustrare le altre attività svolte da Roma Tre sui temi penitenziari, riassunte nel Progetto Diritti in carcere coordinato dal professore Marco Ruotolo, che mette a disposizione dei detenuti cliniche legali, corsi universitari e alta formazione (con il Master in Diritto penitenziario e Costituzione), tutoraggio degli studenti senior, attività sportive. .

Alla presentazione è seguita l’anteprima dello spettacolo Hamlet in Rebibbia, con la regia di Fabio Cavalli, le cui prove sono state seguite dagli studenti del Dams di Roma Tre nell’ambito del Laboratorio di Arti dello spettacolo I. Il tema del teatro in carcere è oggetto di studi e ricerche presso il Dipartimento Filosofia, Comunicazione e Spettacolo, in accordo con il Coordinamento nazionale teatro in carcere e con il Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria.  

Registrazione audio-video dell'evento

Roma Tre per le carceri del Lazio. Breve sintesi a cura di Roberta Evangelista e Marco Ruotolo

Il Progetto Diritti in carcere di Roma Tre. Comunicato stampa

Locandina

Immagine

Seguici su FacebookTwitterInstagramTelegram