logo Roma Tre
versione stampabile invia questa pagina  per email

ROMA TRE NON DIMENTICA. INIZIATIVE DI ATENEO PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA

In occasione della Giornata della Memoria, che si celebra il 27 gennaio 2018, Roma Tre rende omaggio alle vittime dell’Olocausto con una serie di inziative.

Il primo evento in programma è l’incontro “Insegnare la catastrofe. Discussione sulla didattica della Shoah a partire dal libro di Carlo Scognamiglio” che si terrà venerdì 26 gennaio alle ore 10:00 presso l’Aula Magna del Rettorato e al quale parteciperanno anche gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado. L’evento, organizzato dall’Ateneo in collaborazione con CILD (Coalizione Italiana Libertà e Diritti Civili), sarà aperto dai saluti del prof. Marco Ruotolo (Prorettore con delega per i rapporti con scuole, società e istituzioni) ai quali seguiranno gli interventi dell’autore, di Tommaso Dell'Era, Roberto Faenza, Patrizio Gonnella, Barbara Pontecorvo, Linda Laura Sabatini, Giordana Terracina. 

Anche il Teatro Palladium, partecipa alle commemorazioni: sabato 27 gennaio, le giovani stelle del Coro delle voci bianche e della Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, tornano in scena con “Brundibár”, l’opera per bambini in due atti scritta nel 1938 dal compositore ceco Hans Krása (assassinato ad Auschwitz nel 1944), su libretto di Adolf Hoffmeister. La favola musicale fu rappresentata per la prima volta nella città ghetto di Terezin, in Cecoslovacchia, nel 1943, da alcuni dei bambini rinchiusi e poi deportati nei campi di sterminio.

Dal 29 gennaio saranno allestite ben tre mostre bibliografiche sui temi dell’antisemitismo, dell’olocausto e sul radicale cambiamento di prospettiva che la promulgazione delle leggi razziali nel 1938 ha segnato anche nel campo dell’editoria italiana. La mostra bibliografica “Ebrei ed ebraismo: l’editoria italiana 1922-1943” rimarrà aperta fino al 16 febbraio presso la Sala Joris Coppetti della Biblioteca di area umanistica “Giorgio Petrocchi”. Fino al 16 febbraio sarà possibile visitare anche il percorso bibliografico allestito dalla Biblioteca di Studi Politici “Pietro Grilli di Cortona”, con una selezione di volumi tratti dalle raccolte della Biblioteca stessa e alcuni libri fotografici del laboratorio di Documentazione Storica Iconografica. Infine, la mostra “Fino a quando la mia stella brillerà”, che prende il titolo dal libro di Liliana Segre, sopravvissuta da bambina al campo di concentramento di Auschwitz e recentemente nominata Senatrice a vita dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. La mostra organizzata dal Dipartimento di Scienze della Formazione rimarrà aperta fino al 28 febbraio.

Chiude le iniziative di Ateneo, il seminario intensivo “Le conseguenze delle ‘Leggi razziali’ sulle università italiane”, organizzato dal Master internazionale di II livello in didattica della Shoah per il giorno 31 gennaio alle ore 11:00 presso il Liceo Visconti. All’incontro interverranno, oltre al direttore del Master, prof. David Meghnagi, i professori Clara Rech, Tommaso Dell’Era, Stefania Zezza e Romana Bogliaccio.

“La comunità accademica di Roma Tre partecipa unita a questo appuntamento annuale di vitale importanza per la sua valenza storica, culturale e politica” ha dichiarato il Rettore, Luca Pietromarchi.  “Riprendendo il monito del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è prioritario respingere con determinazione - ovvero potenziando gli studi di storia moderna - qualsiasi forma di 'banalizzazione del fascismo'. Siamo convinti che l’università debba onorare la giornata della memoria creando occasioni di riflessione a partire da iniziative di alta qualità scientifica e di forte impatto testimoniale. Con le nostre iniziative miriamo al massimo coinvolgimento delle giovani generazioni, dalle scuole secondarie di primo e secondo grado, fino ad arrivare agli studenti universitari del nostro Master in Didattica della Shoah”.