logo Roma Tre
versione stampabile invia questa pagina  per email

Il rettore di Roma Tre, Panizza: 'Gli studenti per ora salvi dalla Brexit'

Seguici su FacebookTwitterInstagram

COMUNICATO STAMPA

BREXIT. PANIZZA, RETTORE DI ROMA TRE: «IL GOVERNO INGLESE SI E’ RESO CONTO CHE I CONFINI DELL’EUROPA PER GLI STUDENTI NON POSSONO FERMARSI AL DI QUA DEL CANALE DELLA MANICA»

Roma, 12 ottobre 2016. «Gli studenti si salvano dalla Brexit, l’abbiamo appreso ieri dal governo britannico. Siamo lieti che gli studenti dell'Unione Europea che intendono fare domanda per un corso di laurea in un'università del Regno Unito per l'anno accademico 2017/2018 continueranno a beneficiare, per tutta la durata dei loro corsi di studio, dei prestiti e delle sovvenzioni messi a disposizione degli studenti comunitari. Ciò significa che il Regno Unito continuerà a ricevere i fondi europei messi a disposizione a tal fine». Così Mario Panizza, rettore dell’Università degli Studi Roma Tre. «Dalle analisi è emerso che i giovani hanno votato ‘no’ all’uscita dall’Ue, testimoniando la netta distinzione tra le generazioni che hanno vissuto prima e dopo il varo del Progetto Erasmus. Evidentemente il governo inglese ha tenuto conto anche di questa circostanza, che conferma quanto i confini dell’Europa per i giovani non possano fermarsi al di qua del Canale della Manica».

Il rettore Panizza sottolinea inoltre che «grazie anche all’esperienza internazionale europea, si è determinata una maggiore facilità negli scambi e una forte riduzione dei costi. Con Erasmus, in particolare, non hanno più viaggiato per l’Europa solo i ricchi. La “generazione Erasmus”, che anche grazie alla mobilità intereuropea si è conquistata negli anni posti di rilievo in ambito culturale, scientifico e nella gestione della cosa pubblica, non dovrà per ora fare a meno degli scambi culturali e scientifici con i giovani britannici».

Seguici su FacebookTwitterInstagram