logo Roma Tre

Terremoto. Prove sperimentali su tavola vibrante di pareti in scala reale

Seguici su FacebookTwitterInstagramTelegram

COMUNICATO STAMPA

TERREMOTO. UNIVERSITA’ ROMA TRE, PROVE SPERIMENTALI SU TAVOLA VIBRANTE DI PARETI IN SCALA REALE

Lunedì 19 dicembre  ore 15-18

Martedì 20 dicembre ore 9:30-16

Centro Ricerche Enea Casaccia

Via Anguillarese 301, Roma

I recenti eventi sismici dell’Italia centrale hanno mostrato la drammatica vulnerabilità delle pareti murarie che si disgregano e crollano per azioni simiche fuori dal piano. Con il proposito di studiarne il comportamento sismico e sviluppare soluzioni sostenibili per la prevenzione e il rinforzo strutturale, nei giorni 19 (h 15-18) e 20 dicembre (h 9:30-16) verranno svolte dai ricercatori dell’Università Roma Tre al Centro Ricerche Enea Casaccia prove su tavola vibrante di due pareti in scala reale.

Le pareti, vincolate alla base e in sommità, saranno sottoposte alle registrazioni dei recenti terremoti che hanno colpito il nostro Paese, con intensità crescenti fino al collasso.

Il progetto, coordinato dal professore Gianmarco de Felice del Dipartimento d’Ingegneria dell’Università Roma Tre, è stato possibile grazie alla partecipazione del Centro Ricerche Enea Casaccia, dove verranno svolte le prove, con la guida dell’ingegnere Gerardo De Canio.

Le prove sperimentali, rese possibili grazie al supporto finanziario del Consorzio ReLUIS (Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica) e della Kerakoll SpA, sono parte del programma di cooperazione scientifico tecnologico Italia-Usa di rilevante interesse nazionale Composites with inorganic matrix for sustainable strengthening of architectural heritage finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e del progetto CoBRA Sviluppo e diffusione di metodi, tecnologie e strumenti avanzati per la conservazione dei beni culturali, basati sull’applicazione di radiazioni e di tecnologie abilitanti finanziato alla Regione Lazio.

Sarà possibile collegarsi in streaming per assistere alle prove attraverso il laboratorio virtuale Dysco all’indirizzo web: http://connect.portici.enea.it/tavibr.

I colleghi della stampa sono invitati ad assistere.

Nota esplicativa sul progetto

Seguici su FacebookTwitterInstagramTelegram