logo Roma Tre
versione stampabile invia questa pagina  per email

Progetto Scientifico del Dipartimento di Ingegneria

Il Dipartimento ha la funzione di promuovere, coordinare e sviluppare tutte le attività di ricerca in ingegneria e nelle scienze ad essa applicate svolte in Ateneo, sia nel complesso sia nelle specifiche aree. Il Dipartimento incentiva l'attività di ricerca innovativa e di eccellenza, valorizzando le attività di ogni singolo ricercatore, che formula e sviluppa i propri progetti, accede direttamente ai finanziamenti per la ricerca e utilizza le apparecchiature scientifiche e le altre strutture logistiche dell'Ateneo.
L'attenzione è rivolta a un ampio spettro di attività, che si articola sia in riferimento alla compresenza di aspetti teorici, sperimentali, metodologici e applicativi, sia in relazione alle diverse discipline, con focalizzazioni mirate e approcci multidisciplinari e interdisciplinari. Le tematiche di interesse sono in continua evoluzione, con attenzione tanto alle problematiche consolidate quanto a quelle emergenti, in quanto il Dipartimento partecipa allo sviluppo delle nuove conoscenze nella comunità scientifica internazionale e nazionale.
Le attività scientifiche del Dipartimento sono svolte in collaborazione con tutti i soggetti potenzialmente interessati al loro sviluppo, quali realtà accademiche e scientifiche, pubbliche amministrazioni e imprese private a tutti i livelli, internazionale, nazionale e locale. A questo scopo il Dipartimento è dotato di competenze più che adeguate per competere a livello nazionale e internazionale.
Le attività di ricerca sono svolte con un'attenzione costantemente rivolta all'interazione con le attività didattiche, sia al fine di contribuire alla formazione di figure professionali dotate di competenze qualificate e aggiornate, sia per valorizzare il contributo degli studenti ai fini del proseguimento di un'attività in campo specificamente scientifico.
Il Dipartimento cura la conservazione, lo sviluppo e la creazione di idonee infrastrutture di ricerca quali laboratori, centri di calcolo e aree comuni di studio che stimolino le interazioni scientifiche, generino la necessaria massa critica e offrano un naturale alveo culturale creativo per la comunità scientifica di ingegneria, creando i presupposti per raggiungere l'eccellenza nei prodotti della ricerca e dell'alta formazione.
Il Dipartimento incentiva e promuove tutte le azioni volte ad aumentare la produttività e la qualità della ricerca, quali convegni, congressi o altre iniziative per la diffusione della ricerca scientifica, compresa l'offerta di supporto logistico e organizzativo per la mobilità di studiosi e ricercatori internazionali da e verso il dipartimento.
Altresì, il dipartimento individua sostiene e potenzia gli strumenti necessari alla valorizzazione del proprio patrimonio scientifico e culturale tramite il trasferimento tecnologico, al fine di contribuire allo sviluppo della società civile ed industriale.

La ricerca del costituendo Dipartimento è rivolta a tutti settori propri dell'ingegneria, a quelli delle scienze chimiche, fisiche e matematiche applicate all'ingegneria e agli ambiti interdisciplinari nei quali l'ingegneria svolge un ruolo significativo. In particolare, con riferimento alle attività in atto, si possono individuare i seguenti argomenti di interesse.

Il progetto scientifico relativo all'ambito dell'Elettronica Applicata intende sviluppare modelli, studi sperimentali e tecnologie di componenti, materiali, sistemi e servizi per le moderne applicazioni hardware e software della elettronica. Le competenze espresse dalla presenza di un'ampia gamma di settori scientifico-disciplinari consente di spaziare dai metodi alle tecnologie dedicati all'ideazione, la progettazione, la realizzazione e la gestione di sistemi e apparati innovativi in vari ambiti quali: elaborazione dei dati e segnali biomedici, analisi e classificazione del movimento umano, neuroingegneria, tecnologie per l'assistenza e la tutela della salute e del benessere; bioelettromagnetismo, diagnostica elettromagnetica, elettromagnetismo teorico e applicato, ideazione e studio di metamateriali, antenne e strutture a microonde; tecniche radar e telerilevamento, sistemi e algoritmi geo-radar, sistemi wireless e satellitari, software defined radio; tecnologie per smart cities, networks, servizi e sistemi di telecomunicazione, elaborazione numerica dei segnali, comunicazioni cognitive, mobili, multimediali e ottiche, sicurezza delle comunicazioni, riconoscimento biometrico, analisi forense di dati multimediali, fotonica, reti, sistemi e dispositivi ottici, elaborazione dei segnali ottici, elettronica digitale e analogica, circuiti elettronici, raffreddamento dei componenti e test non distruttivi; modelli dinamici non lineari per dispositivi magnetici ed elettrici, ottimizzazione di circuiti e sistemi elettrici attraverso calcolo evolutivo e soft computing.

Nel settore dell'Informatica e dell'Automazione il progetto scientifico riguarda un ampio insieme di temi di natura metodologica e tecnologica, centrati essenzialmente sui sistemi di elaborazione hardware e software, sui sistemi di controllo automatico e sui processi decisionali nei sistemi organizzati. I temi metodologici sono quelli, in continua evoluzione, propri dell'informatica, della teoria del controllo e dei sistemi, della modellistica e della formalizzazione e gestione dei sistemi e dei processi. Gli obiettivi tecnologici sono legati allo sviluppo di progetti al passo con i tempi e sono sempre riferiti alle esigenze della società e del mondo produttivo, la cui domanda di tecnologie dell'Informatica e dell'Automazione è in costante crescita. Le aree scientifiche di principale interesse sono relative a: algoritmi, automazione industriale, basi di dati, calcolo scientifico, anche nell'area della biologia e della medicina, computer vision, controlli automatici, e-learning, fusione sensoriale, gestione di informazioni in ambito Web, infrastrutture critiche, intelligenza artificiale, ottimizzazione combinatoria, progettazione assistita dal calcolatore, ragionamento automatico, reti di calcolatori, ricerca operativa, robotica, sicurezza informatica.

Gli studi nel settore dell'Ingegneria Civile sono finalizzati alla programmazione, all'uso e alla difesa del territorio, con attenzione rivolta alla tutela ambientale e al controllo della sicurezza nelle fasi di progettazione, realizzazione e gestione delle opere infrastrutturali. In quest'ambito, le attuali attività di ricerca investono: lo sviluppo di indagini numeriche e sperimentali, in laboratorio e in sito; la formulazione di modelli teorico-numerici rivolta all'analisi di fenomeni complessi per lo studio dei sistemi strutturali e infrastrutturali; l'ottimizzazione di processi di ideazione, di realizzazione e di esercizio. I principali ambiti di interesse, suscettibili in prospettiva di futuri ampliamenti, sono relativi: all'idraulica di base e applicativa con riferimento alla meccanica dei sistemi fluidi, all'idrologia, alla gestione delle acque e degli inquinanti e la progettazione e gestione dei sistemi idraulici; alle infrastrutture viarie e di trasporto con riferimento alla valutazione sistemica della qualità del progetto anche in relazione alla sicurezza di esercizio, allo studio dei materiali e dei manufatti stradali; ai sistemi di trasporto con riferimento alla pianificazione, ottimizzazione e gestione delle reti di trasporto urbane e regionali; alla geotecnica, alle opere di fondazione e all'ingegneria degli scavi e delle gallerie; all'ingegneria delle strutture con riferimento alla meccanica dei materiali, al comportamento degli elementi e degli insiemi strutturali, alla valutazione della sicurezza delle costruzioni.

Il progetto scientifico riferito all'area dell'Ingegneria Meccanica e Industriale tratta un ampio ventaglio di tematiche di ricerca che concorrono allo sviluppo tecnologico e scientifico nell'articolazione dettata dalla presenza di competenze attinenti un significativo numero di settori scientifico-disciplinari. La ricerca si avvale di metodologie quali l'analisi e modellazione di materiali, macchine, sistemi e processi, la sintesi e progettazione di componenti, strutture e impianti, la sperimentazione di laboratorio e sul campo, il tutto inquadrato nello sviluppo delle relative tecnologie e applicazioni industriali e con riferimento anche alle implicazioni economiche e gestionali. le principali aree di ricerca di interesse riguardano l'aeronautica, l'ambiente, l'arte mineraria e la bonifica ambientale, gli azionamenti, il benessere dell'uomo, le costruzioni, la conversione e l'uso razionale dell'energia, le reti per la trasmissione della potenza, la fluidodinamica, gli impianti, le macchine, i materiali e i relativi trattamenti, le misure e i collaudi, la produzione, la sicurezza industriale, le tecnologie, i veicoli.
Per quanto riguarda le scienze chimiche, fisiche e matematiche, il progetto di ricerca prevede studi relativi alle discipline che tradizionalmente, nel contesto dell'Ateneo e a livello internazionale, sono sinergiche con gli aspetti specifici di discipline propriamente ingegneristiche. In particolare, il progetto scientifico riguarderà le tecnologie chimiche ed elettrochimiche applicate alla sintesi di materiali organici ed inorganici, la modellistica fisico-matematica, la fisica delle onde, l'ottica teorica, sperimentale ed applicata, la fisica dei superconduttori e dei solidi e l'interazione radiazione-materia, con lo sviluppo dei relativi metodi sperimentali.

Le competenze presenti, in complesso e in ciascuno degli ambiti, consentono una elevata integrazione nei grandi progetti di ricerca nazionali e internazionali del settore e l'attenzione posta alle problematiche tecnologiche e applicative garantisce un ruolo ancor più rilevante, dei singoli e del Dipartimento nel suo complesso, nel trasferimento dell'innovazione di processi e di prodotti verso il mondo delle filiere manifatturiere e dei servizi all'industria e agli enti pubblici.

In base alle esperienze a lungo maturate presso l'Ateneo e alle competenze disponibili, nonché a fini organizzativi, con la finalità di garantire opportunità di confronto scientifico e vie privilegiate di trasferimento di conoscenza, le attività saranno coordinate all'interno di partizioni che, inizialmente, come dettagliato nel successivo punto 7, saranno le seguenti

- Elettronica Applicata
- Informatica e Automazione
- Ingegneria Civile
- Ingegneria Meccanica e Industriale