logo Roma Tre
versione stampabile invia questa pagina  per email

Progetto Scientifico del Dipartimento di Scienze Politiche

Le principali linee di ricerca che il Dipartimento si propone di approfondire, con un approccio sia interdisciplinare, sia specifico delle aree disciplinari che vi si riconoscono, sono:
- lo studio delle istituzioni politiche, economiche e costituzionali, degli apparati amministrativi, delle formazioni sociali, dei soggetti dell'economia di mercato, delle forme organizzative attraverso cui si manifesta la presenza pubblica nelle diverse articolazioni della società civile;
- l'analisi dei processi di formazione delle decisioni, di governo e di attuazione delle politiche delle diverse istituzioni pubbliche e private, ai rispettivi livelli territoriali coinvolti: iter della decisione politica, economica e amministrativa e della governance, attività autoritativa e negoziale delle pubbliche amministrazioni, governo dell'economia, forme di partecipazione all'elaborazione delle decisioni pubbliche, comunicazione politico istituzionale;
- lo sviluppo delle opportune metodologie di valutazione delle politiche pubbliche, in termini di impatto sui sistemi socio-economici interessati dalle politiche stesse;
- lo studio delle trasformazioni della politica e della società, per quanto riguarda sia le istituzioni, gli attori collettivi, le ideologie e i sistemi d'idee politiche del mondo moderno e contemporaneo, sia la sfera della comunicazione politica, sia i cambiamenti inerenti alle classi politiche, i regimi politici, i livelli di governo, la società civile e l'opinione pubblica;
- l'analisi del sistema internazionale, delle diverse fasi che ne hanno caratterizzato l'evoluzione, delle caratteristiche specifiche di alcune dei suoi principali attori statali e non statali e delle loro relazioni, con particolare attenzione alle origini storiche delle trasformazioni in atto e delle dinamiche geopolitiche, economiche, e demografiche che ne sono alla base;
- l'analisi teorica e quantitativa del comportamento degli operatori economici nei diversi regimi di mercato e nei diversi sistemi economici come base per le decisioni di politica economica e di finanza pubblica;
- la ricerca sul management strategico e operativo con particolare attenzione a quello delle aziende pubbliche;
- lo studio delle tematiche della sicurezza internazionale, dei diritti umani, dei processi di democratizzazione e della cooperazione internazionale, sottesa dalla riflessione storica e teorica sulle problematiche della pace, della guerra e del dialogo interculturale;
- lo sviluppo di metodologie innovative di analisi statistica come supporto ai processi decisionali negli ambiti economici, politici, sociali e ambientali;
- l'analisi delle strutture e dei processi politici e del relativo impatto sulla distribuzione delle risorse e sulla vita degli esseri umani, sul grado di autonomia con il quale realizzano le proprie vite e sulle condizioni che sono alla base di un'esistenza priva della minaccia e dell'uso della violenza;
- la prospettiva di genere in un'ottica interdisciplinare, in particolare attraverso l'analisi e la storia dei movimenti politici e delle idee comprese nell'ambito dei Gender Studies;
- l'individuazione di modelli sociali, politici, istituzionali, economici e linguistici che definiscono la specificità culturale, sociale e storica di ambiti regionali e aree nazionali (Europa Occidentale e Orientale, Africa, Asia, Stati Uniti, America Latina);
- l'analisi delle dinamiche storiche, politico-sociali, economiche, linguistico-culturali e gli aspetti istituzionali che riguardano i flussi migratori e i processi d'integrazione degli stranieri;
- lo studio degli aspetti linguistici, culturali, storico-politici e istituzionali relativi alle aree delle lingue straniere rappresentate;
- lo studio dell'Europa e delle istituzioni europee, in una prospettiva che valorizzi sia gli aspetti identitari, legati alla formazione comune, sia le diversità locali e nazionali, in un contesto pluralistico attento alle sfaccettate implicazioni dei processi relativi all'integrazione.

Il Dipartimento di Scienze politiche intende valorizzare la cultura della valutazione, della premialità e del merito (individuando e utilizzando indicatori di qualità della produzione scientifica), la diffusione della conoscenza, l'internazionalizzazione e i rapporti con la società e il territorio. Il Dipartimento si propone di diffondere e valorizzare i risultati della conoscenza scientifica anche attraverso varie forme di attività editoriale.

Nella sua attività di ricerca il Dipartimento di Scienze Politiche potrà contare sull'attività dei seguenti laboratori di ricerca:
- Laboratorio di Documentazione e Ricerca sull'Innovazione nelle Istituzioni Politiche, Economiche e Amministrative (DRIPEA)
- Laboratorio di ricerca e documentazione storica iconografica
- Laboratorio Multimediale di Comparazione Giuridica
- Laboratorio LABORELE - Laboratorio di ricerca sulle elezioni e la legislazione elettorale

Inoltre, il Dipartimento, in continuità con l'attività dei precedenti dipartimenti, fornirà il suo contributo alle attività dei seguenti Centri di ricerca:
- Centro di Ateneo per lo studio di Roma (CROMA)
- Centro di eccellenza di Ateneo Altiero Spinelli (CeAS)
- Centro di Ricerca Interdipartimentale di Economia delle Istituzioni (CREI)
- Centro di Ricerca Interdipartimentale di Studi Americani (CRISA)
- Centro di Ricerca Interdipartimentale di Studi Somali (CSS)
- Centro di Ricerca Interdipartimentale per gli Studi Irlandesi e Scozzesi (CRISIS)
- Centro di Ricerca Interdipartimentale per gli Studi Politico-costituzionali e di Legislazione comparata "Giorgio Recchia" (CRISPEL)
- Centro Interdipartimentale di Ricerca Educativa e Sociale (CIRES)
- Centro Interuniversitario di Storia e Politica Euro-americana (CISPEA)
- Centro Interuniversitario di Studi e Ricerche Storico-Militari
- Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi e sull'Europa Centrale e Orientale (CISUECO)
- Centro Interuniversitario Machiavelli per gli studi sulla guerra fredda (CIMA)
- Centro Romeno-Italiano di Studi Storici (CeRISS)
- Centro Studi e Documentazione sulla Cina
- International Transportation Economics Association (ITEA)

Sempre in continuità con i precedenti Dipartimenti, il nuovo Dipartimento ospiterà alcune associazioni scientifiche, tra cui l'Associazione Italiana Studi di Storia dell'Europa Centrale e Orientale (AISSECO) e l'Associazione Italiana di Studi del Sud Est Europeo (AISSEE). Il Dipartimento, inoltre, intende proseguire nella collaborazione con le attività culturali e formative di numerose istituzioni pubbliche e scuole superiori di formazione.

Il Dipartimento intende contribuire all'attuale quadro di Ateneo dei corsi di dottorato di ricerca promuovendo l'attività della Scuola Dottorale in Scienze Politiche.