logo Roma Tre
versione stampabile invia questa pagina  per email

Storia e conservazione dei patrimonio artistico e archeologico (dm 270)

Laurea 2017-2018

Obiettivi formativi specifici

Gli obiettivi formativi del Corso di Laurea in Storia e Conservazione del Patrimonio Artistico e Archeologico
dell'Università degli Studi Roma Tre si rifanno, specificandoli, a quelli indicati dal D.M. per la Classe delle Lauree
L-1. I laureati del Corso di Laurea dovranno acquisire:

Il Corso di Laurea è strutturato nei seguenti curricula:

Il curriculum archeologico è finalizzato alla formazione di laureati con competenze di base nelle tecniche di ricerca e
nelle metodologie proprie delle scienze archeologiche, nell'ambito dell'archeologia preistorica e protostorica del
Mediterraneo e dei paesi europei, del mondo greco, etrusco-italico e romano, del Vicino Oriente nonché nell'ambito
nel territorio. Sono previste attività di stages, tirocini, laboratori e ricerca sul campo (ricognizione, scavo
archeologico).
Il curriculum storico artistico è finalizzato alla formazione di Laureati con competenze di base sulle specifiche
tematiche storico artistiche e in possesso di strumenti metodologici e critici per la comprensione delle culture delle
età medievale, moderna e contemporanea per l'approfondimento della dimensione storica dei fenomeni culturali.
Sono previste attività di stages, tirocini, laboratori.
La durata normale del corso di Laurea in Storia e conservazione del Patrimonio artistico è di tre anni.
Per conseguire la Laurea in Storia e conservazione del Patrimonio dei Beni culturali lo studente deve aver acquisito
180 crediti.
L'ampio numero di CFU a scelta dello studente, presente in tutti i curricula, si propone di favorire la
personalizzazione dei percorsi formativi, con particolare riguardo alla acquisizione di competenze disciplinari
funzionali alla preparazione per la laurea magistrale o per gli sbocchi professionali.
Le modalità di svolgimento delle attività formative sono fissate nel Regolamento Didattico di Ateneo e - secondo le
linee fissate dal Consiglio di Facoltà - nel Regolamento del Corso di Laurea.
I crediti assegnati agli ambiti di base o caratterizzanti sono riferiti ad uno o più settori scientifico-disciplinari nel loro
complesso. Il quadro generale di ciascun curriculum verrà specificato nel Regolamento Didattico del corso di
Laurea, a norma del Regolamento Didattico di Ateneo.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

Gli sbocchi occupazionali previsti direttamente per i laureati in Storia e Conservazione del Patrimonio Artistico e
Archeologico sono:
operatore dei Beni Culturali all'interno di strutture pubbliche (Soprintendenze, Enti locali) e private (società e
cooperative), in grado di collaborare alla catalogazione, all'organizzazione di attività scientifiche e didatticscuole musei, siti, ed enti di ricerca; all'attività di ricerca sul campo (censimenti, ricognizioni e scavi), di valorizzazione e gestione, e all'organizzazione delle attività di manutenzione e di restauro del patrimonio storico
artistico e archeologico;
Tecnico storico dell'arte dei musei e del patrimonio culturale;
Tecnico archeologo dei musei e del patrimonio archeologico;
Storico dell'arte
Tecnico della comunicazione e promozione del patrimonio culturale;.
Catalogatore beni storico artistici;
Catalogatori beni archeologici.
I laureati del Corso di Laurea in Storia e Conservazione del Patrimonio Artistico e Archeologico avranno la possibilità
di accedere ad una laurea magistrale, secondo le disposizioni dei regolamenti ministeriali e delle singole facoltà, o
ad un master di primo livello secondo le normative dell'Ateneo che le organizza. Le attività obbligatorie del Corso di
Laurea sono finalizzate alla preparazione per l'accesso a Lauree Magistrali nelle seguenti classi: LM-2 Archeologia,
LM-89 Storia dell'arte
Le attività a libera scelta possono permettere allo studente di migliorare la sua preparazione a queste Lauree, o di
prepararsi per l'accesso a Lauree Magistrali di altre classi.


Il corso prepara alle professioni di