logo Roma Tre
versione stampabile invia questa pagina  per email

Studi europei

Laurea Magistrale 2017-2018

Obiettivi formativi specifici

Il Corso di laurea magistrale in Studi Europei persegue l'obiettivo di fornire una preparazione culturale e professionale di livello avanzato per formare laureati magistrali destinati a svolgere compiti di carattere direttivo o ad assumere posizioni di elevata responsabilità in seno a: organizzazioni internazionali, istituzioni, amministrazioni pubbliche, aziende private, organizzazioni nazionali e internazionali, che abbiano una particolare attenzione e competenza per le tematiche dell'Unione Europea.
Il Corso si propone di formare figure professionali che abbiano solide conoscenze di tipo giuridico, sociale, economico, politologico, statistico, storico e linguistico idonee ad analizzare e valutare le tematiche europee, nonché a intervenire a livello decisionale su di esse.
I laureati del Corso di laurea magistrale dovranno acquisire approfondite conoscenze e competenze di tipo multidisciplinare e interdisciplinare nei settori delle scienze giuridiche, economiche, statistiche, politico-sociali, storiche. In particolare dovranno possedere strumenti analitici, anche di tipo empirico e quantitativo, e nozioni istituzionali comparate e internazionali nei vari ambiti in cui si dispiega la dimensione europea dei fenomeni economici, politici e sociali; inoltre acquisiranno specifiche competenze relative ai principi, alle normative e alle politiche di pari opportunità e di lotta alle discriminazioni; dovranno inoltre essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.
Il Corso di LM prevede tra l'altro:
- attività di studio presso università dei paesi europei o presso istituzioni o imprese che svolgano attività precipua in ambito europeo;
- attività esterne, quali tirocini e/o stages formativi, presso organizzazioni pubbliche e private operanti nell'Unione Europea oltre che presso le istituzioni europee, in funzione di specifici obiettivi di formazione professionale e di sbocchi occupazionali.

Il corso prevede un totale di 11 esami, a ciascuno dei quali sono attribuiti 8 CFU; 10 esami appartengono al novero delle discipline caratterizzanti e di quelle affini e integrative, 5 di tali esami sono obbligatori, altri 5 sono da scegliere da parte dello studente all'interno di altrettanti "panieri"; infine un esame è lasciato alla scelta libera dello studente. Alle altre attività formative sono riservati 8 CFU, mentre alla positiva discussione della tesi finale sono associati 24 CFU.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati


I laureati magistrali del Corso di laurea in Studi europei potranno aspirare a qualificate posizioni dirigenziali, nelle quali esercitare funzioni di elevata responsabilità in seno a organizzazioni internazionali (in primo luogo presso gli uffici dell'Unione Europea), amministrazioni centrali (a partire dal ministero degli Affari Esteri) e periferiche dello Stato, enti pubblici, aziende pubbliche e private, associazioni di rappresentanza degli interessi, enti ed istituti di ricerca che rivolgano il proprio interesse alla realtà europea.


Il corso prepara alla professione di