21002033-2 - TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE - PARTE B

I rapporti tra i linguaggi figurativi e dell'architettura e le tecniche di rappresentazione, la forma-espressione, la comunicazione per immagini.

Canali

CIANCI MARIA GRAZIA

scheda docente | materiale didattico

FARRONI LAURA

scheda docente | materiale didattico

Programma

PROGRAMMA DEL CORSO
Obiettivi
Collocato al primo anno del Corso di Laurea in Progettazione Architettonica, il corso ha l’intento di
partecipare, attraverso la rappresentazione dell’architettura e dell’ambiente allo sviluppo delle
seguenti competenze:
• concepire ed utilizzare la rappresentazione come strumento di esplorazione, verifica e
comunicazione dell’idea di progetto e della sua concretizzazione;
• utilizzare le diverse tecniche e i diversi strumenti della rappresentazione a seconda delle
riflessioni teoriche e pratiche intorno alle questioni che l’architettura analizzata pone.
Tematiche generali
1. Analisi e trascrizione di progetti di architettura di alcuni maestri, attraverso l’uso di diverse
tecniche della rappresentazione
2. Comunicazione del processo di studio di un’opera di architettura, nella sua fase analitica e di
restituzione.
Argomenti specifici
Al fine di sviluppare le tematiche prima indicate si tratteranno i seguenti argomenti:
1. Evoluzione del disegno di progetto dall’arte di costruire dell’Ottocento al periodo
contemporaneo
2. Scomporre l’architettura. L’analisi grafica per la conoscenza dell’opera architettonica.
3. Le declinazioni del disegno di progetto per l’architettura: tecniche e modelli grafici nelle
poetiche di alcuni maestri
4. Tecniche grafiche per la rappresentazione del concept di analisi e di progetto
5. Il disegno digitale come forma di esplorazione e verifica di configurazioni spaziali
nell’ambito bidimensionale e tridimensionale
6. Il controllo prospettico e lo spazio del digitale
7. La modellazione 3D: concetti teorico pratici per un uso consapevole dei softwares di modellazione
8. Tecniche di output: rendering statico
9. Tecniche di output: rendering dinamico
10. Sul disegno di ABDR
I temi saranno espletati attraverso l’analisi e il ri-disegno di progetti di architettura non realizzati dello studio ABDR.

Fasi e metodi
Si procederà ad una prima analisi grafica, a mano (disegni e modelli plastici) per comprendere
logiche compositive, elementi costituenti e configurazioni spaziali ipotizzate. Si realizzerà, poi, un
modello digitale 3D e si procederà all’elaborazione di immagini di output statiche e dinamiche (interpretazione e visualizzazione). La fase finale prevede la comunicazione del lavoro e del progetto attraverso un video.




Testi Adottati

Il materiale verrà indicato dal docente durante le lezioni.

Albisinni, P., Chiavoni, E., De Carlo, L. (a cura di). Verso un disegno “integrato”. La tradizione del disegno nell’immagine digitale. Roma: Gangemi Editore, 2010.
Albisinni P., De Carlo L. (a cura di). Architettura, disegno, modello. Roma: Gangemi Editore, 2011.
Docci, E., Chiavoni, M. Saper leggere l’architettura, Roma: Laterza, 2017

su ABDR
Costi, D. ABDR. Temi, opere e progetti/themes, works and projects. Roma: Electaarchitettura, 2015
Farroni L. Paolo Desideri: rappresentazione e costruzione. In: CANCIANI M. I disegni di progetto. costruzioni, tipi e analisi. p. 291-302, TORINO: CittàStudi,2009.


Bibliografia Di Riferimento

Durante il corso verranno indicati le parti estratte dai testi e saggi specifici a seconda degli approfondimenti affrontati. Sul disegno e la percezione Arnheim, R., Arte e percezione visiva. Milano: Feltrinelli, 1962. Arnheim, R., Pensiero visivo. Torino: Einaudi , 1974. Cellini, F., Nota: Rappresentazione, Costruzione, Conoscenza, in Rappresentazione e Architettura. Linguaggi per il rilievo ed il disegno di G. Testa e A. De Sanctis, Roma: Gangemi Editore, 2003. Cellini, F., Sul talento e sul gesto, in AAVV, Disegno e conoscenza. Contributi per la storia e l’architettura, Roma: Aracne editrice, 2006 (a cura di Rodolfo Strollo), pp. 93/104. Cellini, F. Il significato dei disegni di Ridolfi e Frankl, in Mario Ridolfi. Manuale delle tecniche tradizionali del costruire. Il ciclo delle marmore, Milano 1997. Cervellini, Fr., Il Disegno. Officina della Forma. Roma: Aracne Editrice, 2012. De Rubertis, R. Progetto e percezione. Analisi dell’incidenza dei fenomeni percettivi sulla progettazione e sulla fruizione dell’ambiente architettonico. Roma: Officina edizioni, 1971. Farroni L., Rinalduzzi S., La dimensione speculativa del disegno digitale: sperimentazioni sul disegno teorico di Franco Purini, in DISEGNARE IDEE IMMAGINI, p. 36-47, ISSN: 1123-9247, Roma: Gangemi editore 2016. FARRONI L., Disegnare connessioni L’architettura in ferro tra manualistica e costruzione nel XIX secolo. Il Ponte Pio a Velletri. vol. volume n. 26 della Collana EDA Esempi di Architettura. Spazi di riflessione, ROMA:Aracne Editrice, 2015. Farroni, L., Ricerca e sperimentazione per la teorizzazione della rappresentazione e del rilievo. L’identità innata della disciplina della rappresentazione. In: Atti del XXXIV XXXVII Convegno Internazionale dei Docenti della Rappresentazione. UID. Elogio della teoria: identità delle discipline della rappresentazione e del rilievo. Roma : Gangemi Editore, 2012. Farroni, L., Evoluzione del disegno di progetto: dall’unitarietà dell’arte di costruire dell’ottocento alle esperienze contemporanee. In: Abitare il futuro. Il disegno delle trasformazioni. Napoli: Clean, 2011. Farroni L. Appendice al cap.5. Norme e codici del progetto. In: I disegni di progetto. Costruzioni, tipi e analisi. p. 213-218, TORINO:CittàStudi, 2009. Farroni L. Le fasi progettuali Cap. 5. In: CANCIANI M. I disegni di progetto. Costruzioni tipi e analisi. p. 147-218, Trofarello (To):Città Studi Edizioni_De Agostini, 2009. Farroni L. Paolo Desideri: rappresentazione e costruzione. In: CANCIANI M. I disegni di progetto. costruzioni, tipi e analisi. p. 291-302, TORINO: CittàStudi,2009. FARRONI L. Visibile e invisibile nel disegno d’architettura. In: Relazioni e contributi del Sesto congresso UID XXXI Convegno Internazionale delle discipline della Rappresentazione dal tema : DISEGNO E PROGETTO. GENOVA:GSDIGITAL EDITORE, 2009. Gombrich, Ernst. Arte e illusione. Studio sulla psicologia della rapprentazione pittorica. Torino: Leonardo Arte, 2002 Gregory, Richard. Occhio e cervello. Milano: Raffaello Cortina, 1998. Holl, S. Parallax. Architettura e Percezione. Milano: postmediabooks, 2004. Salerno, Rossella, a cura di. Teorie e tecniche della rappresentazione contemporanea. Segrate (Mi): Maggioli Editore, 2011. Sulla rappresentazione digitale De Carlo, L. (a cura di). Informatica e fondamenti scientifici della rappresentazione. Roma: Gangemi Editore, 2007. Farroni, L. Architecture and representation: digital surveying of pavilion 19 of the former slaughterhouse (ex mattatoio) of Rome. In: Atti Digital Heritage2013 MARSIGLIA, IEEE CATALOG NUMBER: CFP1308W-USB Gausa, Manuel, Guallart Vincente, Willy, Müller, Soriano Federico, Porras Fernando, Morales, José. The metapolis. Dictionary of advanced architecture. City, technology and society in the information age. Actar Migliari, R. (a cura di). Disegno come Modello. Roma: Edizioni Kappa, 2004. Migliari, R.(a cura di). Geometria descrittiva. Volume II – Tecniche e applicazioni. Novara: Città Studi Edizioni, 2009. Sacchi, L., Unali, Maurizio, a cura di. 2003. Architettura e cultura digitale. Milano: Biblioteca di Architettura Skira, 2003. Valenti, Graziano Mario. Deformare – Deforming. Roma: Rdesignpress, 2008. Sulle rappresentazioni non canoniche Belardi, P., Cirafici, A., Di Luggo, A., Dotto, E., Gay, F., Maggio, F., Quici, F. (a cura di). Impronte. Roma: Artegrafica, 2014. Bonfantini, M. A. (a cura di). Charles Sanders Peirce. Opere. Milano: Bompiani, 2011. Eisenman, P. Diagram diaries. New York: Universe Publishing, 1999. Eisenman, P. La fine del classico. Milano: Mimesis Edizioni, 2009. Deleuze G., Guattari F. Millepiani. Roma: Alberto Castelvecchi Editore, 2010.Bo Garcia, M.(a cura di). The diagrams of Architecture. Chichester: John Wiley and Sons Ltd, 2010. LAR/Romero F.. Simplexity. Ostfildern: Hatje Cantz, 2011.

Modalità Erogazione

lezioni frontali, lezioni applcative, esercitazioni, seminari, attività laboratoriale, lavoro di gruppo, analisi di casi. ”Nel caso di un prolungamento dell’emergenza sanitaria da COVID-19 saranno recepite tutte le disposizioni che regolino le modalità di svolgimento delle attività didattiche e della valutazione degli studenti. In particolare si applicheranno le seguenti modalità: modalità a distanza: piattaforma Moodle per iscrizione a corso, comunicazione docenti, indicazioni in itinere, e materiali didattici lezioni didattica online in diretta su piattaforma TEAMS come da calendario ufficiale (il collegamento deve avvenire 10 minuti prima) esercitazioni sui temi specifici affrontati (laboratorio on line, con condivisione schermo del docente e studenti), analisi di casi di studio e attività laboratoriale online, conferenze di esperti. sito ftp del docente e Onedrive per materiali didattici e consegna esercitazioni

Modalità Frequenza

frequenza È OBBLIGATORIA al 75% delle ore (vedi Regolamento didattico)

Modalità Valutazione

valutazione in itinere (una consegna di un book di analisi grafica tradizionale e una presentazione di un power point sullo stato di avanzamento del lavoro svolto), valutazione finale dell'interpretazione del progetto scelto e, colloquio orale su testo scelto. Elaborati d’esame: tavole A2, 1 animazione, 1 video (in gruppo). A2 analisi grafica con tecniche tradizionali contenenti, schizzi, assonometrie, spaccati assonometrici, diagrammi a mano Modello fisico dell’opera in esame con terreno A2 viste del modello digitale, spaccati assonometrici, esplosi Animazione digitale (su cd) Video per la comunicazione dell’opera studiata (contenente anche l’animazione) Dovrà inoltre essere consegnato un cd che raccolga tutti i materiali originali dagli schizzi ai formati digitali. Inoltre è prevista la lettura di un saggio, a scelta, indicato in bibliografia: ogni studente dovrà scegliere un testo e relazionarlo in sede di esame, evidenziando il collegamento con i temi affrontati durante il corso. All’interno di un gruppo non può essere letto lo stesso testo, al fine di poter avviare confronti e discussioni. ”Nel caso di un prolungamento dell’emergenza sanitaria da COVID-19 saranno recepite tutte le disposizioni che regolino le modalità di svolgimento delle attività didattiche e della valutazione degli studenti. In particolare si applicheranno le seguenti modalità: modalità a distanza : appelli orali su piattaforma Teams, in seguito a consegna di elaborati grafici su Onedrive (esercitazioni in itinere e tavole digitali finali). La consegna degli elaborati è prevista una settimana prima della data dell’appello. Prova orale sui temi del corso e sui testi assegnati."