20801647 - PROTEZIONE IDRAULICA DEL TERRITORIO

Protezione Idraulica del Territorio è un insegnamento caratterizzante che mira a fornire le conoscenze e a sviluppare le competenze necessarie per affrontare e risolvere efficacemente i problemi di difesa del territorio dalle inondazioni dei corsi d’acqua.
Esso fa parte del Corso di Studio magistrale in “Ingegneria Civile per la Protezione dai Rischi Naturali”, il quale ha l’obiettivo di formare un ingegnere civile ad alta qualificazione in grado di operare nell’ambito della protezione del territorio e delle opere civili per la mitigazione dei rischi idrogeologici e sismici.
Nel quadro di questo percorso, l’insegnamento si propone di fornire una conoscenza approfondita 1) della normativa di riferimento in materia di difesa dalle alluvioni; 2) del concetto di rischio e dei metodi per la sua valutazione; 3) dei metodi idrologici per la stima delle grandezze di progetto e dei metodi idraulici per la determinazione delle caratteristiche delle inondazioni; 4) degli strumenti di calcolo per la modellazione idrologica e idraulica; 5) delle principali tipologie di opere per la difesa idraulica del territorio dalle inondazioni dei corsi d’acqua; 6) dei metodi per il dimensionamento idraulico delle opere in un’ottica costi-benefici.
Al termine del corso gli studenti saranno in grado di 1) formulare i requisiti per effettuare uno studio idrologico/idraulico di valutazione del rischio d’alluvione sulla base della normativa di riferimento; 2) effettuare analisi statistiche e applicare modelli idrologici per la determinazione delle portate di progetto, identificando i metodi più appropriati in base al tipo e quantità dei dati idrologici disponibili; 3) effettuare simulazioni idrauliche per la determinazione delle aree a rischio d’alluvione utilizzando gli strumenti di calcolo comunemente utilizzati nella pratica professionale; 4) identificare gli interventi di mitigazione e effettuarne un dimensionamento di massima in un’ottica costi-benefici; 5) presentare oralmente e per iscritto i risultati dello studio.

VOLPI ELENA

scheda docente | materiale didattico

Programma

1. Principi fondamentali: Definizione di rischio
2. Metodi di valutazione del danno di piena e del beneficio complessivo indotto dalla realizzazione degli interventi
3. Metodi statistici univariati e bivariati per lo studio della forzante idrologica e la definizione delle onde di piena di progetto
4. Metodi di regionalizzazione delle precipitazioni: regionalizzazione VAPI
5. Richiami ai modelli idraulici di propagazione delle piene
6. Esempi illustrativi delle condizioni di applicazione dei modelli idraulici mono- e bi-dimensionali
7. Problemi idraulici dei ponti
8. Interventi normativi; interventi strutturali di difesa attiva e passiva
9. Legislazione in materia di alluvioni: cenni alla normativa previgente (L. 183/1989), direttiva europea 2007/60/CE e dl. 49/2010. Esempi tratti dall’Autorità di Bacino del Fiume Tevere – Distretto Idrografico dell’Appennino Centrale
10. Interventi nelle zone montane
11. Arginature, diversivi e scolmatori
12. Invasi di laminazione, casse d’espansione


Testi Adottati

1. G. Calenda, Infrastrutture Idrauliche Vol. 1 - Idrologia e Risorse Idriche. Edizioni Efesto, 2017
2. Dispense del Prof. Guido Calenda: Lezioni di difesa dalle inondazioni
3. Da Deppo L., C. Datei , Le opere idrauliche nelle costruzioni stradali, Ed.Bios, 1999