20703547 - LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA SPAGNOLA II MAGISTRALE

Lo studente affinerà, conseguendo un’ autonoma capacità di
giudizio e autonoma competenza fattiva, le sue competenze
specialistiche nella teoria della traduzione applicata alla
dimensione transculturale dei paesi di lingua spagnola e la sua
capacità di analizzare problematicamente, interpretare e ricreare
testi letterari e saggistici assai differenziati tipologicamente e
diacronicamente, con le loro implicazioni linguistiche e culturali.
Propedeuticità: Lingua e traduzione – Lingua spagnola I
magistrale

LEONETTI FRANCESCA

scheda docente | materiale didattico

Programma

Il corso avrà come oggetto uno studio paremiologico contrastivo delle traduzioni in italiano di un corpus rappresentativo desunto da La Celestina e il Quijote.
Il recupero delle fonti e lo studio lessicologico dei proverbi costituiranno la prima fase di un lavoro che intende sollecitare, secondo un approccio diacronico, una riflessione critica sui risultati delle esperienze traduttive stratificatesi durante i secoli e sviluppare un dominio dei materiali lessicografici e dei corpora. Tali risorse forniranno allo studente gli strumenti adeguati per operare in maniera consapevole ed efficace delle prove di traduzione rispetto al materiale analizzato. La nuova esperienza sarà sostenuta dalla discussione su problematiche metodologiche e dalla riflessione sull’atto del tradurre come mediazione linguistico-culturale, al fine di consolidare le competenze necessarie per agire in maniera coerente di fronte ai problemi transculturali.



Testi Adottati

Bizzarri, Hugo Ó., El refranero en la edad Media, Madrid, Ediciones del laberinto, 2004.
Irribarren, José María, El porqué de los dichos: sentido origen y andecdota de dichos, modismos y frases proverbiales, Barcelona, Ariel, 2005.
Iturriaga, José Gella, “444 refranes de La Celestina”, in La Celestina y su entorno social, Dirección de M. Criado de Val, Barcelona, Borras Ediciones, 1977, pp. 246-268.
Tobar, M. Luisa, Las traducciones italianas de La Celestina, Centro virtual Cervantes: https://cvc.cervantes.es/lengua/iulmyt/pdf/traduccion_clasicos/21_tobar.pdf.
Bizzarri Ugo Ó., Algunos comentarios al margen de las paremias cervantinas: http://www.phrasis.it/rivista/index.php/rp/article/view/8
Selezione di testi a cura del docente



Bibliografia Di Riferimento

Miguel de Cervantes, L’ingegnoso cittadino Don Chisciotte della Mancia. Traduzione di Lorenzo Franciosini, Venezia, 1622. Miguel de Cervantes, Don Chisciotte della Mancia. Traduzione, introduzione e note di Vittorio Bodini, 2 volumi, Einaudi, Torino 1994. Fernando de Rojas, La Celestina. Traduzione di Alfonso Ordóñez, Roma,1506. Fernando de Rojas, La Celestina. Traduzione di A. Gasparetti, Rizzoli, Milano, 2006. Real Academia española, Diccionario de la lengua española, Madrid, Espasa Calpe, 2001 (consultabile on-line) Seco, Manuel; Ramos, Gabino; Andrés, Olimpia, Diccionario del Español Actual, Madrid, Santillana, 2006.

Modalità Erogazione

La frequenza regolare, vivamente consigliata, indirizza lo studente nello studio personale che è comunque imprescindibile. Le lezioni, che combinano teoria e pratica, verranno affiancate da attività e prove in itinere, monitorate ai fini della valutazione finale.

Modalità Valutazione

L’esame finale prevede il colloquio orale, tenuto con modalità a distanza, tramite conferenza audio-video con l’utilizzo del software Microsoft Teams. Il colloquio verterà sui contenuti trattati durante il corso. Concorrono alla valutazione finale anche gli esiti delle prove scritte in itinere.