22910145 - Didattica interculturale

Definire la didattica interculturale quale forma di mediazione educativa tra l’esperienza e la condizione socio-culturale dei soggetti che apprendono e la dimensione mondiale dei saperi, dell’economia, della politica, della società, della cultura. Individuare, di conseguenza, metodi, strumenti e contenuti per una prospettiva internazionale nell’educazione.
Con lo studio della Didattica interculturale lo studente sarà in grado di conseguire i seguenti obiettivi formativi.
In termini di conoscenza e capacità di comprensione:
- definire il campo teorico-pratico della disciplina.
In termini di capacità di applicare conoscenza e comprensione:
- progettare percorsi di didattica interculturale nella scuola e nell’extrascuola.
In termini di autonomia di giudizio:
- “decolonizzare la mente” (Ngũgĩ wa Thiong’o).
In termini di abilità comunicative:
- affinare l’uso scritto e orale della lingua italiana anche attraverso la lettura e il commento di testi letterari.
In termini di capacità di apprendimento:
- imparare ad imparare.

Canali

SANTARONE DONATO

scheda docente | materiale didattico

Programma

DIDATTICA INTERCULTURALE
9 CFU 54 ore
Prof. Donatello Santarone

Titolo e contenuti del corso

Per una didattica interculturale della poesia.
La poesia-mondo di Franco Fortini.


Il corso si propone di leggere e commentare alcune poesie di uno dei massimi poeti italiani ed europei del secondo dopoguerra, Franco Fortini (1917-1994), cercando di farne emergere l’intreccio interculturale di luoghi, temi, figure, linguaggi provenienti dalle diverse esperienze storiche, culturali, poetiche del poeta. Proveremo a rintracciare la dimensione interculturale dell’opera di Fortini, che si caratterizza per il cosmopolitismo e per l’internazionalismo delle sue poesie e prose e per la sua attività di “mediatore culturale” attraverso la traduzione (Milton, Goethe, Kafka, Proust, Brecht, Eluard), consapevole che la storia e la cultura del mondo sono lo sfondo cognitivo per comprendere le esistenze individuali.
La lettura dei testi, l’interpretazione come esercizio critico dell’immaginazione, con il conseguente commento storico-critico, tenterà di consolidare tre capacità di cui parla il critico Romano Luperini: “la capacità cognitiva, come allargamento e approfondimento delle conoscenze specifiche della disciplina e delle conoscenze linguistiche e culturali che si ottengono dalla fitta rete di interferenze che presiede all’atto della lettura e dell’interpretazione; la capacità immaginativa, come arricchimento esistenziale, emotivo e culturale prodotto dal contatto con quel grande serbatoio dell’immaginario che è la letteratura; la capacità critica, come educazione alla complessità e alla problematicità del momento ermeneutico, alla parzialità e al carattere interdialogico di ogni verità e alla dialettica democratica del conflitto delle interpretazioni. Queste tre capacità delineano altrettanti obiettivi formativi”.
Una parte del programma viene dedicata alla prima infanzia e alle applicazioni ai contesti educativi per l’infanzia.


Obiettivi
• Saper leggere e commentare criticamente un testo poetico e un testo argomentativo.
• Sperimentare il carattere “straniante” del linguaggio della poesia.
• Acquisire un metodo di lettura dei testi non impressionistico ma fondato il più possibile sulla “lettera” di ciò che il testo dice.
• Saper connettere nell’analisi dei testi diversi saperi.
• Conoscere alcuni momenti fondamentali della storia e della cultura mondiale dei secoli XIX, XX e XXI e connettere tali momenti alla dimensione educativa e letteraria.
• Acquisire capacità cognitive, immaginative, critiche.




Testi Adottati

Testi d’esame:
1. Franco Fortini, Tutte le poesie, a cura di L. Lenzini, Mondadori, Milano 2014.
2. Pier Vincenzo Mengaldo, I chiusi inchiostri. Scritti su Franco Fortini, a cura e con un saggio di D. Santarone, Quodlibet, Macerata 2020.
3. Francesco Diaco, Dialettica e speranza. Sulla poesia di Franco Fortini, Quodlibet, Macerata 2017.


Modalità Erogazione

Modalità di organizzazione della didattica: seminariale. Breve introduzione storico-critica del docente, lettura e commento del testo, interventi degli studenti, discussione. Interventi di esperti esterni e visione di film e documentari. Produzione di brevi relazioni, sintesi critiche, riassunti, power point o altro materiale didattico da parte degli studenti. Nell’eventualità di una ripresa del COVID-19 e in ottemperanza di eventuali decreti governativi e di Ateneo, le lezioni potranno essere svolte in modalità a distanza.

Modalità Valutazione

Modalità di svolgimento della prova di profitto: esame orale. Allo studente verrà chiesto di leggere, analizzare e commentare poesie di Franco Fortini. Nell’eventualità di una ripresa del COVID-19 e in ottemperanza di eventuali decreti governativi e di Ateneo, gli esami potranno essere svolti con modalità a distanza. N. b.: è vietato fare le fotocopie dei libri di testo; il giorno dell’esame le studentesse e gli studenti dovranno pertanto portare i libri di testo (naturalmente anche da prestito bibliotecario).

SANTARONE DONATO

scheda docente | materiale didattico

Programma

DIDATTICA INTERCULTURALE
9 CFU 54 ore
Prof. Donatello Santarone

Titolo e contenuti del corso

Per una didattica interculturale della poesia.
La poesia-mondo di Franco Fortini.


Il corso si propone di leggere e commentare alcune poesie di uno dei massimi poeti italiani ed europei del secondo dopoguerra, Franco Fortini (1917-1994), cercando di farne emergere l’intreccio interculturale di luoghi, temi, figure, linguaggi provenienti dalle diverse esperienze storiche, culturali, poetiche del poeta. Proveremo a rintracciare la dimensione interculturale dell’opera di Fortini, che si caratterizza per il cosmopolitismo e per l’internazionalismo delle sue poesie e prose e per la sua attività di “mediatore culturale” attraverso la traduzione (Milton, Goethe, Kafka, Proust, Brecht, Eluard), consapevole che la storia e la cultura del mondo sono lo sfondo cognitivo per comprendere le esistenze individuali.
La lettura dei testi, l’interpretazione come esercizio critico dell’immaginazione, con il conseguente commento storico-critico, tenterà di consolidare tre capacità di cui parla il critico Romano Luperini: “la capacità cognitiva, come allargamento e approfondimento delle conoscenze specifiche della disciplina e delle conoscenze linguistiche e culturali che si ottengono dalla fitta rete di interferenze che presiede all’atto della lettura e dell’interpretazione; la capacità immaginativa, come arricchimento esistenziale, emotivo e culturale prodotto dal contatto con quel grande serbatoio dell’immaginario che è la letteratura; la capacità critica, come educazione alla complessità e alla problematicità del momento ermeneutico, alla parzialità e al carattere interdialogico di ogni verità e alla dialettica democratica del conflitto delle interpretazioni. Queste tre capacità delineano altrettanti obiettivi formativi”.
Una parte del programma viene dedicata alla prima infanzia e alle applicazioni ai contesti educativi per l’infanzia.


Obiettivi
• Saper leggere e commentare criticamente un testo poetico e un testo argomentativo.
• Sperimentare il carattere “straniante” del linguaggio della poesia.
• Acquisire un metodo di lettura dei testi non impressionistico ma fondato il più possibile sulla “lettera” di ciò che il testo dice.
• Saper connettere nell’analisi dei testi diversi saperi.
• Conoscere alcuni momenti fondamentali della storia e della cultura mondiale dei secoli XIX, XX e XXI e connettere tali momenti alla dimensione educativa e letteraria.
• Acquisire capacità cognitive, immaginative, critiche.




Testi Adottati

Testi d’esame:
1. Franco Fortini, Tutte le poesie, a cura di L. Lenzini, Mondadori, Milano 2014.
2. Pier Vincenzo Mengaldo, I chiusi inchiostri. Scritti su Franco Fortini, a cura e con un saggio di D. Santarone, Quodlibet, Macerata 2020.
3. Francesco Diaco, Dialettica e speranza. Sulla poesia di Franco Fortini, Quodlibet, Macerata 2017.


Modalità Erogazione

Modalità di organizzazione della didattica: seminariale. Breve introduzione storico-critica del docente, lettura e commento del testo, interventi degli studenti, discussione. Interventi di esperti esterni e visione di film e documentari. Produzione di brevi relazioni, sintesi critiche, riassunti, power point o altro materiale didattico da parte degli studenti. Nell’eventualità di una ripresa del COVID-19 e in ottemperanza di eventuali decreti governativi e di Ateneo, le lezioni potranno essere svolte in modalità a distanza.

Modalità Valutazione

Modalità di svolgimento della prova di profitto: esame orale. Allo studente verrà chiesto di leggere, analizzare e commentare poesie di Franco Fortini. Nell’eventualità di una ripresa del COVID-19 e in ottemperanza di eventuali decreti governativi e di Ateneo, gli esami potranno essere svolti con modalità a distanza. N. b.: è vietato fare le fotocopie dei libri di testo; il giorno dell’esame le studentesse e gli studenti dovranno pertanto portare i libri di testo (naturalmente anche da prestito bibliotecario).