22902464 - STORIA CONTEMPORANEA

La conoscenza della storia contemporanea dalla Rivoluzione francese al crollo del mondo comunista, fenomeni che, come verrà chiarito durante il corso, possono essere considerati plausibili termini ad quo e ad quem.


Con lo studio della Storia Contemporanea lo studente sarà in grado di conseguire i seguenti obiettivi formativi:
In termini di conoscenza e capacità di comprensione:
diventare consapevole dell'esistenza di una concezione del lavoro storico, probabilmente minoritaria tra gli addetti ai lavori ma non per questo, riteniamo, meno legittima, che rifiuta l’idea che l’attività di ricerca debba prefiggersi obiettivi extrascientifici. Secondo tale concezione, lo storico, nell’esercizio della sua professione, deve ripudiare ogni torsione strumentale della ricerca, ogni suggestione etico-pedagogica. Deve respingere ogni blandizia e lusinga provenienti da chi gli volesse commissionare compiti terapeutici, di rigenerazione e legittimazione di sistemi politico-istituzionali.
In termini di capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Comprendere i nodi problematici connessi al lavoro dello storico e raccordarli con la pratica educativo- didattica.
In termini di autonomia di giudizio:
Diventare consapevole dell'autonomia intellettuale dello storico che, se veramente tale, non deve partecipare, a parer nostro, ad alcun processo di nation building. Né costruttore di identità né dispensatore di virtù civiche, deve anzi correre il rischio che il proprio lavoro possa rivelare una contraddizione, insanabile, tra le esigenze della professione storica e i doveri civici discendenti dall’appartenenza a una comune cittadinanza.
In termini di abilità comunicative:
Lo studente con appropriatezza di linguaggio deve sviluppare ragionamenti in grado di far emergere i nodi problematici della disciplina.
In termini di capacità di apprendimento:
Comprendere come il blockiano difendere l'indifendibile sia la migliore chiave di accesso alla comprensione di tutto il resto.

TEDESCO LUCA

scheda docente | materiale didattico

Programma

Il programma del corso prevede inizialmente l'analisi delle possibili periodizzazioni relative all'età contemporanea. Nel primo semestre saranno approfondite le cesure più significative, a partire dalla duplice rivoluzione (industriale e francese), per poi proseguire con la restaurazione, le rivoluzioni liberali, la nascita di nuovi stati, l'emergere della questione sociale, lo sviluppo dell'imperialismo e la sua crisi.
Un sguardo specifico sarà rivolto al modello politico-istituzionale britannico.
Nel secondo semestre saranno affrontati temi quali la grande guerra e le sue conseguenze, l'affermarsi dei sistemi totalitari, la grande depressione, il secondo conflitto mondiale, la guerra fredda, il mondo bipolare e il suo collasso.


Testi Adottati

Un manuale di recente edizione che comprenda la storia italiana e mondiale dalla Rivoluzione francese ai giorni nostri

L. Tedesco, La crisi fin de siècle. I liberisti italiani e il modello britannico, Mondadori-Le Monnier, 2019


Materiale didattico (nel caso di 1, 2, 3 o 4 crediti riconosciuti) per coloro che abbiano conseguito il riconoscimento parziale dell'esame di Storia contemporanea:

Manuale sul Novecento

L. Tedesco, La crisi fin de siècle. I liberisti italiani e il modello britannico, Mondadori-Le Monnier, 2019



Materiale didattico (nel caso di 5, 6 o 7 crediti riconosciuti) per coloro che abbiano conseguito il riconoscimento parziale dell'esame di Storia contemporanea:

L. Tedesco, La crisi fin de siècle. I liberisti italiani e il modello britannico, Mondadori-Le Monnier, 2019.


Testi per coloro che abbiano superato la prova in itinere, relativa all'insegnamento di Storia contemporanea, del 7 gennaio 2020:


Gli iscritti al primo anno dovranno portare in sede di esame il Novecento e il volume L. Tedesco, La crisi fin de siècle. I liberisti italiani e il modello britannico, Mondadori-Le Monnier, 2019; gli altri, oltre il Novecento, i seguenti volumi:
GIGI DI FIORE, CONTROSTORIA DELL'UNITÀ D'ITALIA, MILANO,RIZZOLI, 2010; EMILIO GENTILE, ITALIANI SENZA PADRI. INTERVISTA SUL RISORGIMENTO, ROMA-BARI, LATERZA, 2011.

L'esito della prova in itinere sarà valido per l'intero anno accademico 2019-2020.

Modalità Erogazione

Il corso si terrà in parte in presenza e in parte a distanza.

Modalità Frequenza

Facoltativa

Modalità Valutazione

L'esame sarà orale. Il numero delle domande varierà, ça va sans dire, a seconda dell'andamento dell'esame stesso.