21801095 - SOCIOLOGIA DEL DIRITTO

Il corso intende offrire uno sguardo ampio, multi-disciplinare, olistico al diritto nella consapevolezza che la scienza giuridica non è una scienza autonoma. Il diritto è un fenomeno sociale e come tale va studiato. Attraverso un’analisi di fonti storiche, sociologiche, filosofiche, nonché grazie all’osservazione empirica verranno indagati gli ambiti dei diritti umani, dell’immigrazione e quello del carcere offrendo agli studenti che frequentano il corso attivamente strumenti interpretativi utili a distinguere le funzioni normative della pena carceraria da quelle sociali. Nell’ambito del ciclo di lezioni è richiesta una costante partecipazione ed inter-attività degli studenti che saranno chiamati a leggere testi, articoli, a effettuare ricerche. Ci sarà una valutazione in itinere, anche attraverso una tesina scritta, dell’impegno di studio.

SIMONE ANNA

scheda docente | materiale didattico

Programma

Il corso indagherà il rapporto tra diritto e mutamento sociale nella contemporaneità e nella fondazione teorica ed empirica dello Stato moderno fornendo sia strumenti di comprensione dei problemi emergenti, sia strumenti concettuali legati al pensiero critico e agli studi di genere, sia tematiche classiche del pensiero socio-giuridico e degli studi sul potere.
Il percorso formativo si articolerà in tre moduli:

1. Nel primo si studieranno i temi classici e contemporanei del rapporto tra diritto e società: lo Stato, la proprietà, la giustizia, il contratto, la famiglia, la pena, il lavoro, i diritti umani, le migrazioni.
2. Il secondo modulo offrirà strumenti formativi più specifici ovvero l’analisi della funzione simbolica, culturale e giuridica dell’apporto degli studi femministi in relazione al diritto, alla devianza e al potere. In particolare si approfondirà la relazione tra pensiero della differenza sessuale e dottrina dell’esperienza giuridica, sia sul piano teorico che nella pratica dei processi, nonché il concetto di “Femminismo Giuridico” applicato ai grandi temi della contemporaneità: eguaglianza/differenza; cittadinanza/frontiere; criminologia/devianza/sicurezza; giustizia/diritto/diritti; sesso/sessualità/riproduzione; vittima/vittimologia/vulnerabilità.
3. Il terzo modulo affronterà il grande tema contemporaneo della crisi dello Stato di diritto e dell’uso politico della pena nelle società contemporanee. In particolare si lavorerà sul concetto di “populismo penale”.
Infine si metteranno a tema alcuni elementi legati al grande mutamento generato dall'emergenza Covid-19.

Testi di riferimento obbligatori:
● G. Campesi, L. Pannarale, I. Pupolizio, Sociologia del diritto, Le Monnier, Firenze 2017.
● A. Simone, I. Boiano, A. Condello, Femminismo giuridico. Teorie e problemi, Mondadori, Milano 2019.
● S. Anastasia, M. Anselmi, D. Falcinelli, Populismo penale: una prospettiva italiana, Cedam, 2015.
Parte speciale per riflettere sul Covid-19:
● M. Bracconi, La Mutazione, Bollati Boringhieri, Torino 2020.



Testi Adottati

Testi di riferimento obbligatori:
● G. Campesi, L. Pannarale, I. Pupolizio, Sociologia del diritto, Le Monnier, Firenze 2017.
● A. Simone, I. Boiano, A. Condello, Femminismo giuridico. Teorie e problemi, Mondadori, Milano 2019.
● S. Anastasia, M. Anselmi, D. Falcinelli, Populismo penale: una prospettiva italiana, Cedam, 2015.
Parte speciale Covid-19:
● M. Bracconi, La Mutazione, Bollati Boringhieri, Torino 2020.

Bibliografia Di Riferimento

● G. Campesi, L. Pannarale, I. Pupolizio, Sociologia del diritto, Le Monnier, Firenze 2017. ● A. Simone, I. Boiano, A. Condello, Femminismo giuridico. Teorie e problemi, Mondadori, Milano 2019. ● S. Anastasia, M. Anselmi, D. Falcinelli, Populismo penale: una prospettiva italiana, Cedam, 2015. ● M. Bracconi, La Mutazione, Bollati Boringhieri, Torino 2020.

Modalità Erogazione

Il corso verrà svolto attraverso lezioni frontali sul programma di esame e su approfondimenti tematici sui singoli argomenti affrontati. Durante il corso gli studenti verranno coinvolti attivamente attraverso lo studio di testi e attraverso l'attività seminariale.

Modalità Frequenza

La frequenza non è obbligatoria, ma raccomandata.

Modalità Valutazione

-L'esame orale si svolge attraverso almeno 4 domande per verificare la conoscenza di tutti i testi del programma. Solo per i frequentanti la prima domanda è a scelta.Il giudizio finale riguarderà: la conoscenza dei contenuti degli argomenti richiesti; la modalità di esposizione; la capacità di analisi critica dei temi; la padronanza linguistica.