Decreto Riaperture - apertura sedi dal 26 aprile 2021

Link identifier archive #link-archive-thumb-soap-6207
Decreto Riaperture - apertura sedi dal 26 aprile 2021
A seguito delle nuove misure governative contenute nel “Decreto riaperture” del 22/04/2021 per contenere e contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e delle linee guida del Comitato Regionale di Coordinamento delle Università del Lazio, riunitosi il 23 aprile u.s., si informa che, a partire dal 26 aprile p.v. sarà possibile svolgere in Ateneo, nel rispetto delle Linee guida e dei protocolli di sicurezza di cui ai provvedimenti adottati in attuazione dell’articolo 2, comma 1, del decreto legge n. 19 del 2020 e dell’all. 18 del DPCM del 14/02/2021, le varie attività secondo quanto appresso specificato:
 
1. attività formative e curricolari si potranno svolgere in presenza rendendo possibile la fruizione anche da remoto, previa prenotazione attraverso la piattaforma GOMP, limitando l'accesso fino al numero massimo delle postazioni contrassegnate da apposita segnaletica e non più del 50% dei posti disponibili; si segnala che, per gli insegnamenti che attualmente sono svolti a distanza può essere valutata la possibilità di svolgere alcune attività conclusive in presenza, garantendo comunque la fruizione a distanza oppure la replicazione delle attività;

2. le attività laboratoriali, le esercitazioni, i tirocini professionalizzanti e le attività esperienziali potranno svolgersi in presenza nel rispetto delle succitate linee guida;

3. gli esami di profitto e di laurea potranno essere svolti in presenza nel rispetto delle linee guida MUR, garantendo altresì agli studenti che lo richiedano lo svolgimento delle stesse anche in modalità a distanza. In particolare:
  • gli esami di profitto saranno svolti di norma in presenza, salvo eccezioni dovute alla impossibilità di programmarli in presenza nel rispetto delle linee guida o a cause di forza maggiore (per ulteriori dettagli: Link identifier #identifier__77273-1Decreto rettorale n. 1096 del 20 luglio 2020);
  • gli esami di laurea della sessione estiva dell’anno accademico 2020-2021 saranno svolti di norma in presenza, compatibilmente con la possibilità di svolgimento nel rispetto delle citate linee guida e previa verifica di compatibilità con gli esami di profitto programmati nello stesso periodo, il cui svolgimento in presenza è da considerarsi prioritario;
  • gli esami di laurea della sessione straordinaria dell’anno accademico 2019-2020 si svolgeranno di norma a distanza. I Consigli di Dipartimento, verificata la disponibilità dei docenti coinvolti, possono deciderne lo svolgimento in presenza nel rispetto delle citate linee guida. Ogni laureando potrà indicare non più due persone che potranno assistere alle sedute di laurea; sono vietati i festeggiamenti e gli assembramenti all’interno degli spazi dell’Università, al chiuso e all’aperto;
  • per gli esami di laurea svolti in presenza, ogni laureando potrà indicare non più due persone che potranno assistere alle sedute di laurea; sono vietati i festeggiamenti e gli assembramenti all’interno degli spazi dell’Università, al chiuso e all’aperto.
4. le attività formative dei dottorandi potranno essere svolte in presenza; agli stessi sarà consentito lo svolgimento in presenza delle attività di ricerca e di laboratorio.

5. le biblioteche e le sale studio rimarranno aperte, previa prenotazione attraverso la piattaforma GOMP, limitando l'accesso fino al numero massimo delle postazioni contrassegnate da apposita segnaletica e non più del 50% dei posti disponibili.

6. le modalità di tracciamento delle presenze presso le sedi universitarie e di conservazione dei relativi dati saranno a cura del Referente covid di Ateneo, di intesa con il Dirigente dell’Area Sistemi informativi.