Contratti di ricerca/consulenza

Tra gli strumenti essenziali di trasferimento della conoscenza e di interazione diretta dell’Ateneo con la società si colloca ovviamente l’attività in conto terzi, ossia l’insieme di attività di servizi, prestazioni e attività commerciali prodotte con committenza esterna.

Grazie al conto terzi si realizza la valorizzazione economica delle conoscenze prodotte dall’Ateneo (ex art. 66 DPR 382/80 –ricerca/consulenza commissionata – ex. art. 49 del RD 1592/1933 prestazioni a tariffario – Entrate per attività didattica in conto terzi, seminari e convegni – ecc.). L’Ateneo sosterrà lo sviluppo delle attività in conto terzi in tutti gli ambiti disciplinari, con l’idea che la valorizzazione commerciale delle conoscenze può concretizzarsi anche nel trasferimento di beni pubblici e sociali ad elevata valenza innovativa.

In tale contesto un significativo esempio è fornito dall’importante esperienza dell’attività di certificazione dei contratti di lavoro e di conciliazione delle controversie di lavoro svolta dalla Link identifier #identifier__69823-1Commissione universitaria di Certificazione dei contratti, costituita presso l’Ateneo con Decreto del Ministero del lavoro n. 21/2011 e operante presso il Dipartimento di Economia e che nell’arco di pochi anni ha assunto un ruolo primario a livello nazionale.

Informazioni di sistema 23 ottobre 2018