21010031-1 - STORIA DELLE TECNICHE - parte 1

Il corso mira ad avviare gli studenti alla conoscenza di strutture, materiali e tecniche costruttive in uso in architetture italiane del XV e XVI secolo. Si vuole affinare la capacità degli studenti di “leggere” direttamente nei manufatti tutti gli aspetti materiali e costruttivi dell’architettura, una capacità preziosa per cogliere gli intrecci con altri aspetti della stessa arrivando ad una sua comprensione ricca, ampia e profonda.

MATTEI FRANCESCA

scheda docente | materiale didattico

Mutuazione: 21010031-1 STORIA DELLE TECNICHE - parte 1 in Scienze dell'architettura L-17 MATTEI FRANCESCA

Programma

Il corso di Storia delle Tecniche - parte 1 appartiene alla categoria degli insegnamenti liberamente scelti dallo/e studente/sse ed è strutturato in una serie di lezioni di tipo seminariale sulla storia della costruzione e dei cantieri, sui materiali e sulle tecniche costruttive. Il corso sarà aperto da una lezione introduttiva sulle tecniche costruttive antiche e proseguirà con altre lezioni dedicate alle tecniche costruttive nel Cinquecento, attraverso l'indagine di alcuni casi studio collocati in Italia (con particolare riferimento a Roma e a Venezia) e in Europa (in particolare Francia e Spagna). Saranno trattati alcuni temi trasversali quali l'analisi del disegno come strumento di progettazione e l'uso dei trattati tecnici di architettura per la costruzione.


Testi Adottati

La bibliografia di riferimento è costituita da testi di carattere generale (testi adottati) e da saggi di approfondimento specifico (bibliografia di riferimento). In occasione di seminari e conferenze saranno fornite ulteriori indicazioni bibliografiche sui temi trattati.

Sulle tecniche costruttive antiche:
- J.P. Adam, L’arte di costruire presso i romani, Milano 1989

Sulle tecniche costruttive nel Rinascimento (ulteriori indicazioni nella bibliografia di riferimento):
- Les chantiers de la Renaissance, actes des colloques tenues à Tours en 1983, a cura di J. Guillaume, Paris 1991
- Storia dell’architettura come storia delle tecniche costruttive. Esperienze rinascimentali a confronto, a cura di M. Ricci, Venezia 2007


Modalità Erogazione

Il corso è articolato in sei lezioni di tipo seminariale. E' previsto lo svolgimento di conferenze, di cui si darà comuncazione nel corso del semestre. A causa del prolungamento dell’emergenza sanitaria da COVID-19, tutte le lezioni e le attività didattiche si svolgeranno a distanza sulla piattaforma Microsoft Teams. Per sostenere l'esame relativo al modulo I di storia delle tecniche, ogni studente/studentessa dovrà svolgere l'esercitazione "Costruire il Rinascimento", dedicata all'approfondimento di una tecnica o di un sistema costruttivo, da concordare con la docente. I temi e le modalità relativi all'esercitazione saranno illustrati durante la prima lezione del corso. I materiali per lo svolgimento del corso, la bibliografia e alcuni testi saranno caricati nella piattaforma Moodle.

Modalità Frequenza

La frequenza è obbligatoria per almeno il 75%, come stabilito dal regolamento didattico. Trattandosi inoltre di un corso a scelta, si dà per scontato che lo studente/la studentessa sia interessato/a a prendere attivamente parte alle lezioni. La frequenza è pertanto requisito fondamentale non solo per orientarsi tra gli argomenti presentati, ma anche per sostenere l'esame.

Modalità Valutazione

La valutazione si basa sull’esame orale finale dedicato agli argomenti trattati durante il corso e alla discussione della bibliografia. Per sostenere l'esame, ogni studente/ssa deve realizzare l'esercitazione "Costruire il Rinascimento", dedicata all'approfondimento di un sistema costruttivo, concordato con la docente, attraverso la redazione di 7 schede, dedicate ad altrettanti edifici realizzati in età rinascimentale. L'elenco dei temi e il modello per la redazione delle schede saranno comunicati il primo giorno di lezione. L'approfondimento deve essere consegnato (formato cartaceo o digitale) il giorno dell'esame, quando sarà discusso. La consegna dell'esercitazione è obbligatoria per sostenere l'esame e determina il 50% della valutazione finale. Requisito minimo per il superamento dell'esame è la conoscenza delle tecniche costruttive e dei casi-studio illustrati durante il corso. Al voto contribuiranno il raggiungimento di una visione complessiva del programma trattato, una buona capacità critica e l'utilizzo di linguaggio specifico. Il voto finale del corso di Storia delle Tecniche sarà il risultato della media delle valutazioni finali conseguite nei due moduli (modulo I: professoressa Francesca Mattei; modulo II: professoressa Tullia Iori). Nel caso di un prolungamento dell’emergenza sanitaria da COVID-19 saranno recepite tutte le disposizioni che regolino le modalità di svolgimento delle attività didattiche e della valutazione degli studenti. In particolare si applicheranno le seguenti modalità: esami a distanza sulla piattaforma Microsoft Teams.