20410528 - Biodiversità animale

Questo insegnamento è finalizzato al completamento e al consolidamento delle conoscenze zoologiche di base, acquisite dagli studenti nell’ambito dei corsi di Laurea Triennali in Scienze Biologiche, Naturali e Ambientali. Obiettivo formativo primario è quello di fornire agli studenti una conoscenza dettagliata della biodiversità animale, con particolare riferimento ai Vertebrati, attraverso un approccio evoluzionistico, adattativo, ecologico, comportamentale e filogenetico. Uno studio comparativo delle comunità di Invertebrati dei principali ecosistemi terrestri ed acquatici sarà altresì oggetto di approfondimento, come anche lo studio del fondamentale ruolo ecologico da essi svolto nelle reti trofiche naturali. Tali conoscenze potranno essere utili agli studenti sia per un’applicazione professionale diretta nella gestione e nella salvaguardia della biodiversità animale (ad es. in parchi naturali, enti pubblici e privati preposti al censimento e monitoraggio della fauna selvatica e delle specie esotiche e invasive), sia come background culturale per un proseguimento della formazione post lauream in ricerche zoologiche avanzate. Alla fine del corso, lo studente deve dimostrare di saper riconoscere a livello morfologico i principali ordini e famiglie di Vertebrati, con esempi di specie della fauna europea (soprattutto quelle di interesse conservazionistico o economico) descrivendone i tratti morfo-funzionali, il ruolo ecologico e le relazioni filogenetiche. Sarà altresì valutata la conoscenza relativa alla composizione, alle relazioni, agli adattamenti e al ruolo ecologico delle comunità di invertebrati dei vari ecosistemi terrestri ed acquatici.

DI GIULIO ANDREA

scheda docente | materiale didattico

Programma

Il corso è un’introduzione allo studio della biodiversità animale nel tempo e nello spazio, attraverso una lettura in chiave evolutiva, ecologica, comportamentale e filogenetica. I gruppi tassonomici maggiormente indagati sono quelli dei Vertebrati (ciclostomi, condroitti, osteitti, anfibi, rettili (uccelli inclusi) e mammiferi), analizzati in termini di storia evolutiva, inquadramento sistematico, distribuzione, aspetti etologici, della nicchia ecologica e della conservazione, in relazione anche ai cambiamenti climatici e all’impatto dell’uomo sugli ecosistemi. Uno studio comparativo delle comunità di Invertebrati dei principali ecosistemi terrestri ed acquatici sarà altresì oggetto di approfondimento, come anche lo studio del fondamentale ruolo ecologico da essi svolto nelle reti trofiche naturali.
I gruppi tassonomici selezionati per lo studio si trovano nei documenti elettronici distribuiti dal docente. Fra questi, lo studente approfondirà le specie più significative dal punto di vista conservazionistico o economico della fauna europea, con riconoscimento di ciclostomi, condroitti, osteitti, anfibi, rettil (con uccelli) e mammiferi della fauna italiana o del proprio paese (per studenti Erasmus).
numero di crediti: 5 crediti di lezioni frontali (40 ore) + 1 credito di laboratorio zoologico sul campo (10 ore effettive di esplorazione faunistica in tre tipologie ambientali selezionate).


Testi Adottati

-Hickman et alii. 2008/2012. Diversità animale. McGraw-Hill, Milano (iv/xv edizione). (studiare gli ultimi cinque capitoli, quelli sui Vertebrati).
-Guide al riconoscimento di mammiferi, uccelli, anfibi, rettili e pesci cartilaginei ed ossei della fauna europea, indicati dal docente
-Documenti elettronici distribuiti dal docente.


Modalità Erogazione

Il Corso verrà svolto el corso di 5 crediti di lezioni frontali (40 ore) + 1 credito di laboratorio zoologico sul campo (10 ore effettive di esplorazione faunistica in tre tipologie ambientali selezionate)

Modalità Valutazione

Domande sul programma e sul materiale didattico presentato durante le lezioni e sulle attività di campo

BOLOGNA MARCO ALBERTO

scheda docente | materiale didattico