21210072 - DIRITTO PRIVATO

Il corso (S.S.D. IUS/01) è inserito tra gli insegnamenti di base e, in quanto tale, si caratterizza essenzialmente per la sua funzione formativa. La finalità è quella di fornire agli studenti le nozioni fondamentali del diritto privato utili alla prosecuzione dei loro studi economici e allo svolgimento delle professioni che decideranno di intraprendere. Sul piano metodologico le lezioni, anche attraverso lo svolgimento di attività seminariale, di approfondimento nello studio individuale, di esercitazioni pratiche, sono finalizzate a sviluppare la capacità del discente di orientarsi nel sistema delle fonti italo-comunitarie, di interpretare il fenomeno giuridico alla luce delle regole, dei princípi e dei valori ordinamentali, di dare soluzione ai problemi concreti segnatamente attraverso l’applicazione delle categorie civilistiche. A questo fine, sia durante il corso, sia nello studio dei testi consigliati, appare indispensabile la consultazione di un codice civile aggiornato. L’esame finale si svolge in forma orale.

Curriculum

scheda docente | materiale didattico

Programma

- Nozioni introduttive: la norma e l’ordinamento giuridico. Le fonti del diritto e i conflitti tra le stesse. Il diritto privato. L’interpretazione della legge e l’analogia. Le situazioni giuridiche soggettive e i rapporti giuridici.
- Il soggetto del rapporto giuridico: persone fisiche e persone giuridiche. I diritti della personalità.
- L’oggetto del rapporto giuridico: i beni. I diritti reali: proprietà, possesso, diritti reali di godimento. Comunione e condominio. L’usucapione.
- Il rapporto obbligatorio: adempimento, inadempimento, vicende dell’obbligazione, tipologie di obbligazioni, tutela del credito e garanzie dell’obbligazione.
- Atto, fatto e negozio giuridico. Il contratto: il contratto in generale, formazione e vicende del contratto, le patologie, i singoli contratti nominati.
- I fatti illeciti e le altre fonti delle obbligazioni.
- La tutela dei diritti: la trascrizione. I diritti reali di garanzia, le azioni a difesa della garanzia patrimoniale, la prescrizione e la decadenza.
- I rapporti di famiglia.
- La successione per causa di morte.


Testi Adottati

Uno dei seguenti Manuali, alternativi tra di loro, purché aggiornati all'ultima edizione:

- A. TORRENTE e P. SCHLESINGER, Manuale di diritto privato, Giuffré, Milano, ult. ed.

- P. PERLINGIERI, Istituzioni di diritto civile, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, ult. ed.

- B. TROISI, Diritto civile. Lezioni, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, ult. ed.

- A) M. NUZZO, Introduzione alle scienze giuridiche. Norme - Soggetti - Attività, 3ª ed., Giappichelli, 2009; B) F. MACIOCE, L’obbligazione e il contratto, 4ª ed., Giappichelli, 2021; C) L. ROSSI CARLEO, E. BELLISARIO, V. CUFFARO, Famiglia e successioni. Le forme di circolazione della ricchezza familiare, 4ª ed., Giappichelli, 2016 (esclusi: i parr. da 6 a 12 del Capitolo Terzo; il Capitolo Ottavo e il Capitolo Decimo).

- A. TRABUCCHI, Istituzioni di diritto civile, Wolters Kluver Cedam, Padova, ult. ed.

- V. ROPPO, Diritto privato, Giappichelli, ult. ed.

Lo studio deve essere integrato con la consultazione di un’edizione aggiornata del Codice civile e delle principali leggi complementari: si consiglia, tra gli altri, G. PERLINGIERI e M. ANGELONE (a cura di), Codice civile con Costituzione, Trattati UE e FUE, Leggi complementari e Codici di settore, Napoli, 2022.

Per i soli studenti frequentanti: è obbligatorio integrare il programma di studio con la lettura ed il commento delle sentenze che saranno esaminate nel corso delle lezioni e caricate tra i materiali didattici su Moodle [tratte da G. PERLINGIERI e G. CARAPEZZA FIGLIA (a cura di), L’«interpretazione secondo Costituzione» nella giurisprudenza. Crestomazia di decisioni giuridiche - Tomi I e II - Seconda edizione, Napoli, 2021 e 2022].


Bibliografia Di Riferimento

Per approfondimenti monografici e giurisprudenziali contattare il docente.

Modalità Erogazione

Lezioni didattiche frontali (90%). Seminari giurisprudenziali (10%).

Modalità Frequenza

Non obbligatoria, ma consigliata

Modalità Valutazione

L’esame consiste in una prova orale finalizzata a verificare la conoscenza delle basilari categorie del diritto privato e la dimestichezza con i fondamenti della metodologia dell’interpretazione giuridica, in una prospettiva coerente con la complessità delle fonti, sistematica ed assiologica, nonché la padronanza del linguaggio tecnico e la capacità di comprensione della logica sottesa ai rapporti privatistici, personali e patrimoniali, nella loro evoluzione e nei singoli casi concreti. La formulazione del giudizio finale rispetta i seguenti criteri di valutazione: - Mancato superamento dell’esame: il candidato non dimostra una sufficiente conoscenza dei concetti di base. - Da 18 a 21 (Livello sufficiente): il candidato dimostra una sufficiente conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in linguaggio semplificato. - Da 22 a 24 (Livello discreto): il candidato dimostra una discreta conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in maniera corretta. - Da 25 a 26 (Livello buono): il candidato dimostra una buona conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in modo corretto e consapevole. - Da 27 a 29 (Livello molto buono): il candidato dimostra una conoscenza approfondita dei concetti di base formalizzandoli in maniera fluida e collegandoli autonomamente anche nella valutazione di casi concreti. - Da 30 a 30 e lode (Livello ottimo/eccellente): il candidato dimostra una conoscenza molto approfondita dei concetti di base formalizzandoli con proprietà di linguaggio e collegandoli autonomamente e criticamente anche nella valutazione di casi concreti.

scheda docente | materiale didattico

Programma

- Nozioni introduttive: la norma e l’ordinamento giuridico. Le fonti del diritto e i conflitti tra le stesse. Il diritto privato. L’interpretazione della legge e l’analogia. Le situazioni giuridiche soggettive e i rapporti giuridici.
- Il soggetto del rapporto giuridico: persone fisiche e persone giuridiche. I diritti della personalità.
- L’oggetto del rapporto giuridico: i beni. I diritti reali: proprietà, possesso, diritti reali di godimento. Comunione e condominio. L’usucapione.
- Il rapporto obbligatorio: adempimento, inadempimento, vicende dell’obbligazione, tipologie di obbligazioni, tutela del credito e garanzie dell’obbligazione.
- Atto, fatto e negozio giuridico. Il contratto: il contratto in generale, formazione e vicende del contratto, le patologie, i singoli contratti nominati.
- I fatti illeciti e le altre fonti delle obbligazioni.
- La tutela dei diritti: la trascrizione. I diritti reali di garanzia, le azioni a difesa della garanzia patrimoniale, la prescrizione e la decadenza.
- I rapporti di famiglia.
- La successione per causa di morte.


Testi Adottati

Uno dei seguenti Manuali, alternativi tra di loro, purché aggiornati all'ultima edizione:

- A. TORRENTE e P. SCHLESINGER, Manuale di diritto privato, Giuffré, Milano, ult. ed.

- P. PERLINGIERI, Istituzioni di diritto civile, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, ult. ed.

- B. TROISI, Diritto civile. Lezioni, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, ult. ed.

- A) M. NUZZO, Introduzione alle scienze giuridiche. Norme - Soggetti - Attività, 3ª ed., Giappichelli, 2009; B) F. MACIOCE, L’obbligazione e il contratto, 4ª ed., Giappichelli, 2021; C) L. ROSSI CARLEO, E. BELLISARIO, V. CUFFARO, Famiglia e successioni. Le forme di circolazione della ricchezza familiare, 4ª ed., Giappichelli, 2016 (esclusi: i parr. da 6 a 12 del Capitolo Terzo; il Capitolo Ottavo e il Capitolo Decimo).

- A. TRABUCCHI, Istituzioni di diritto civile, Wolters Kluver Cedam, Padova, ult. ed.

- V. ROPPO, Diritto privato, Giappichelli, ult. ed.

Lo studio deve essere integrato con la consultazione di un’edizione aggiornata del Codice civile e delle principali leggi complementari: si consiglia, tra gli altri, G. PERLINGIERI e M. ANGELONE (a cura di), Codice civile con Costituzione, Trattati UE e FUE, Leggi complementari e Codici di settore, Napoli, 2022.

Per i soli studenti frequentanti: è obbligatorio integrare il programma di studio con la lettura ed il commento delle sentenze che saranno esaminate nel corso delle lezioni e caricate tra i materiali didattici su Moodle [tratte da G. PERLINGIERI e G. CARAPEZZA FIGLIA (a cura di), L’«interpretazione secondo Costituzione» nella giurisprudenza. Crestomazia di decisioni giuridiche - Tomi I e II - Seconda edizione, Napoli, 2021 e 2022].


Bibliografia Di Riferimento

Per approfondimenti monografici e giurisprudenziali contattare il docente.

Modalità Erogazione

Lezioni didattiche frontali (90%). Seminari giurisprudenziali (10%).

Modalità Frequenza

Non obbligatoria, ma consigliata

Modalità Valutazione

L’esame consiste in una prova orale finalizzata a verificare la conoscenza delle basilari categorie del diritto privato e la dimestichezza con i fondamenti della metodologia dell’interpretazione giuridica, in una prospettiva coerente con la complessità delle fonti, sistematica ed assiologica, nonché la padronanza del linguaggio tecnico e la capacità di comprensione della logica sottesa ai rapporti privatistici, personali e patrimoniali, nella loro evoluzione e nei singoli casi concreti. La formulazione del giudizio finale rispetta i seguenti criteri di valutazione: - Mancato superamento dell’esame: il candidato non dimostra una sufficiente conoscenza dei concetti di base. - Da 18 a 21 (Livello sufficiente): il candidato dimostra una sufficiente conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in linguaggio semplificato. - Da 22 a 24 (Livello discreto): il candidato dimostra una discreta conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in maniera corretta. - Da 25 a 26 (Livello buono): il candidato dimostra una buona conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in modo corretto e consapevole. - Da 27 a 29 (Livello molto buono): il candidato dimostra una conoscenza approfondita dei concetti di base formalizzandoli in maniera fluida e collegandoli autonomamente anche nella valutazione di casi concreti. - Da 30 a 30 e lode (Livello ottimo/eccellente): il candidato dimostra una conoscenza molto approfondita dei concetti di base formalizzandoli con proprietà di linguaggio e collegandoli autonomamente e criticamente anche nella valutazione di casi concreti.

scheda docente | materiale didattico

Programma

- Nozioni introduttive: la norma e l’ordinamento giuridico. Le fonti del diritto e i conflitti tra le stesse. Il diritto privato. L’interpretazione della legge e l’analogia. Le situazioni giuridiche soggettive e i rapporti giuridici.
- Il soggetto del rapporto giuridico: persone fisiche e persone giuridiche. I diritti della personalità.
- L’oggetto del rapporto giuridico: i beni. I diritti reali: proprietà, possesso, diritti reali di godimento. Comunione e condominio. L’usucapione.
- Il rapporto obbligatorio: adempimento, inadempimento, vicende dell’obbligazione, tipologie di obbligazioni, tutela del credito e garanzie dell’obbligazione.
- Atto, fatto e negozio giuridico. Il contratto: il contratto in generale, formazione e vicende del contratto, le patologie, i singoli contratti nominati.
- I fatti illeciti e le altre fonti delle obbligazioni.
- La tutela dei diritti: la trascrizione. I diritti reali di garanzia, le azioni a difesa della garanzia patrimoniale, la prescrizione e la decadenza.
- I rapporti di famiglia.
- La successione per causa di morte.


Testi Adottati

Uno dei seguenti Manuali, alternativi tra di loro, purché aggiornati all'ultima edizione:

- A. TORRENTE e P. SCHLESINGER, Manuale di diritto privato, Giuffré, Milano, ult. ed.

- P. PERLINGIERI, Istituzioni di diritto civile, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, ult. ed.

- B. TROISI, Diritto civile. Lezioni, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, ult. ed.

- A) M. NUZZO, Introduzione alle scienze giuridiche. Norme - Soggetti - Attività, 3ª ed., Giappichelli, 2009; B) F. MACIOCE, L’obbligazione e il contratto, 4ª ed., Giappichelli, 2021; C) L. ROSSI CARLEO, E. BELLISARIO, V. CUFFARO, Famiglia e successioni. Le forme di circolazione della ricchezza familiare, 4ª ed., Giappichelli, 2016 (esclusi: i parr. da 6 a 12 del Capitolo Terzo; il Capitolo Ottavo e il Capitolo Decimo).

- A. TRABUCCHI, Istituzioni di diritto civile, Wolters Kluver Cedam, Padova, ult. ed.

- V. ROPPO, Diritto privato, Giappichelli, ult. ed.

Lo studio deve essere integrato con la consultazione di un’edizione aggiornata del Codice civile e delle principali leggi complementari: si consiglia, tra gli altri, G. PERLINGIERI e M. ANGELONE (a cura di), Codice civile con Costituzione, Trattati UE e FUE, Leggi complementari e Codici di settore, Napoli, 2022.

Per i soli studenti frequentanti: è obbligatorio integrare il programma di studio con la lettura ed il commento delle sentenze che saranno esaminate nel corso delle lezioni e caricate tra i materiali didattici su Moodle [tratte da G. PERLINGIERI e G. CARAPEZZA FIGLIA (a cura di), L’«interpretazione secondo Costituzione» nella giurisprudenza. Crestomazia di decisioni giuridiche - Tomi I e II - Seconda edizione, Napoli, 2021 e 2022].


Bibliografia Di Riferimento

Per approfondimenti monografici e giurisprudenziali contattare il docente.

Modalità Erogazione

Lezioni didattiche frontali (90%). Seminari giurisprudenziali (10%).

Modalità Frequenza

Non obbligatoria, ma consigliata

Modalità Valutazione

L’esame consiste in una prova orale finalizzata a verificare la conoscenza delle basilari categorie del diritto privato e la dimestichezza con i fondamenti della metodologia dell’interpretazione giuridica, in una prospettiva coerente con la complessità delle fonti, sistematica ed assiologica, nonché la padronanza del linguaggio tecnico e la capacità di comprensione della logica sottesa ai rapporti privatistici, personali e patrimoniali, nella loro evoluzione e nei singoli casi concreti. La formulazione del giudizio finale rispetta i seguenti criteri di valutazione: - Mancato superamento dell’esame: il candidato non dimostra una sufficiente conoscenza dei concetti di base. - Da 18 a 21 (Livello sufficiente): il candidato dimostra una sufficiente conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in linguaggio semplificato. - Da 22 a 24 (Livello discreto): il candidato dimostra una discreta conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in maniera corretta. - Da 25 a 26 (Livello buono): il candidato dimostra una buona conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in modo corretto e consapevole. - Da 27 a 29 (Livello molto buono): il candidato dimostra una conoscenza approfondita dei concetti di base formalizzandoli in maniera fluida e collegandoli autonomamente anche nella valutazione di casi concreti. - Da 30 a 30 e lode (Livello ottimo/eccellente): il candidato dimostra una conoscenza molto approfondita dei concetti di base formalizzandoli con proprietà di linguaggio e collegandoli autonomamente e criticamente anche nella valutazione di casi concreti.

scheda docente | materiale didattico

Programma

- Nozioni introduttive: la norma e l’ordinamento giuridico. Le fonti del diritto e i conflitti tra le stesse. Il diritto privato. L’interpretazione della legge e l’analogia. Le situazioni giuridiche soggettive e i rapporti giuridici.
- Il soggetto del rapporto giuridico: persone fisiche e persone giuridiche. I diritti della personalità.
- L’oggetto del rapporto giuridico: i beni. I diritti reali: proprietà, possesso, diritti reali di godimento. Comunione e condominio. L’usucapione.
- Il rapporto obbligatorio: adempimento, inadempimento, vicende dell’obbligazione, tipologie di obbligazioni, tutela del credito e garanzie dell’obbligazione.
- Atto, fatto e negozio giuridico. Il contratto: il contratto in generale, formazione e vicende del contratto, le patologie, i singoli contratti nominati.
- I fatti illeciti e le altre fonti delle obbligazioni.
- La tutela dei diritti: la trascrizione. I diritti reali di garanzia, le azioni a difesa della garanzia patrimoniale, la prescrizione e la decadenza.
- I rapporti di famiglia.
- La successione per causa di morte.


Testi Adottati

Uno dei seguenti Manuali, alternativi tra di loro, purché aggiornati all'ultima edizione:

- A. TORRENTE e P. SCHLESINGER, Manuale di diritto privato, Giuffré, Milano, ult. ed.

- P. PERLINGIERI, Istituzioni di diritto civile, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, ult. ed.

- B. TROISI, Diritto civile. Lezioni, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, ult. ed.

- A) M. NUZZO, Introduzione alle scienze giuridiche. Norme - Soggetti - Attività, 3ª ed., Giappichelli, 2009; B) F. MACIOCE, L’obbligazione e il contratto, 4ª ed., Giappichelli, 2021; C) L. ROSSI CARLEO, E. BELLISARIO, V. CUFFARO, Famiglia e successioni. Le forme di circolazione della ricchezza familiare, 4ª ed., Giappichelli, 2016 (esclusi: i parr. da 6 a 12 del Capitolo Terzo; il Capitolo Ottavo e il Capitolo Decimo).

- A. TRABUCCHI, Istituzioni di diritto civile, Wolters Kluver Cedam, Padova, ult. ed.

- V. ROPPO, Diritto privato, Giappichelli, ult. ed.

Lo studio deve essere integrato con la consultazione di un’edizione aggiornata del Codice civile e delle principali leggi complementari: si consiglia, tra gli altri, G. PERLINGIERI e M. ANGELONE (a cura di), Codice civile con Costituzione, Trattati UE e FUE, Leggi complementari e Codici di settore, Napoli, 2022.

Per i soli studenti frequentanti: è obbligatorio integrare il programma di studio con la lettura ed il commento delle sentenze che saranno esaminate nel corso delle lezioni e caricate tra i materiali didattici su Moodle [tratte da G. PERLINGIERI e G. CARAPEZZA FIGLIA (a cura di), L’«interpretazione secondo Costituzione» nella giurisprudenza. Crestomazia di decisioni giuridiche - Tomi I e II - Seconda edizione, Napoli, 2021 e 2022].


Bibliografia Di Riferimento

Per approfondimenti monografici e giurisprudenziali contattare il docente.

Modalità Erogazione

Lezioni didattiche frontali (90%). Seminari giurisprudenziali (10%).

Modalità Frequenza

Non obbligatoria, ma consigliata

Modalità Valutazione

L’esame consiste in una prova orale finalizzata a verificare la conoscenza delle basilari categorie del diritto privato e la dimestichezza con i fondamenti della metodologia dell’interpretazione giuridica, in una prospettiva coerente con la complessità delle fonti, sistematica ed assiologica, nonché la padronanza del linguaggio tecnico e la capacità di comprensione della logica sottesa ai rapporti privatistici, personali e patrimoniali, nella loro evoluzione e nei singoli casi concreti. La formulazione del giudizio finale rispetta i seguenti criteri di valutazione: - Mancato superamento dell’esame: il candidato non dimostra una sufficiente conoscenza dei concetti di base. - Da 18 a 21 (Livello sufficiente): il candidato dimostra una sufficiente conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in linguaggio semplificato. - Da 22 a 24 (Livello discreto): il candidato dimostra una discreta conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in maniera corretta. - Da 25 a 26 (Livello buono): il candidato dimostra una buona conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in modo corretto e consapevole. - Da 27 a 29 (Livello molto buono): il candidato dimostra una conoscenza approfondita dei concetti di base formalizzandoli in maniera fluida e collegandoli autonomamente anche nella valutazione di casi concreti. - Da 30 a 30 e lode (Livello ottimo/eccellente): il candidato dimostra una conoscenza molto approfondita dei concetti di base formalizzandoli con proprietà di linguaggio e collegandoli autonomamente e criticamente anche nella valutazione di casi concreti.

scheda docente | materiale didattico

Programma

- Nozioni introduttive: la norma e l’ordinamento giuridico. Le fonti del diritto e i conflitti tra le stesse. Il diritto privato. L’interpretazione della legge e l’analogia. Le situazioni giuridiche soggettive e i rapporti giuridici.
- Il soggetto del rapporto giuridico: persone fisiche e persone giuridiche. I diritti della personalità.
- L’oggetto del rapporto giuridico: i beni. I diritti reali: proprietà, possesso, diritti reali di godimento. Comunione e condominio. L’usucapione.
- Il rapporto obbligatorio: adempimento, inadempimento, vicende dell’obbligazione, tipologie di obbligazioni, tutela del credito e garanzie dell’obbligazione.
- Atto, fatto e negozio giuridico. Il contratto: il contratto in generale, formazione e vicende del contratto, le patologie, i singoli contratti nominati.
- I fatti illeciti e le altre fonti delle obbligazioni.
- La tutela dei diritti: la trascrizione. I diritti reali di garanzia, le azioni a difesa della garanzia patrimoniale, la prescrizione e la decadenza.
- I rapporti di famiglia.
- La successione per causa di morte.


Testi Adottati

Uno dei seguenti Manuali, alternativi tra di loro, purché aggiornati all'ultima edizione:

- A. TORRENTE e P. SCHLESINGER, Manuale di diritto privato, Giuffré, Milano, ult. ed.

- P. PERLINGIERI, Istituzioni di diritto civile, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, ult. ed.

- B. TROISI, Diritto civile. Lezioni, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, ult. ed.

- A) M. NUZZO, Introduzione alle scienze giuridiche. Norme - Soggetti - Attività, 3ª ed., Giappichelli, 2009; B) F. MACIOCE, L’obbligazione e il contratto, 4ª ed., Giappichelli, 2021; C) L. ROSSI CARLEO, E. BELLISARIO, V. CUFFARO, Famiglia e successioni. Le forme di circolazione della ricchezza familiare, 4ª ed., Giappichelli, 2016 (esclusi: i parr. da 6 a 12 del Capitolo Terzo; il Capitolo Ottavo e il Capitolo Decimo).

- A. TRABUCCHI, Istituzioni di diritto civile, Wolters Kluver Cedam, Padova, ult. ed.

- V. ROPPO, Diritto privato, Giappichelli, ult. ed.

Lo studio deve essere integrato con la consultazione di un’edizione aggiornata del Codice civile e delle principali leggi complementari: si consiglia, tra gli altri, G. PERLINGIERI e M. ANGELONE (a cura di), Codice civile con Costituzione, Trattati UE e FUE, Leggi complementari e Codici di settore, Napoli, 2022.

Per i soli studenti frequentanti: è obbligatorio integrare il programma di studio con la lettura ed il commento delle sentenze che saranno esaminate nel corso delle lezioni e caricate tra i materiali didattici su Moodle [tratte da G. PERLINGIERI e G. CARAPEZZA FIGLIA (a cura di), L’«interpretazione secondo Costituzione» nella giurisprudenza. Crestomazia di decisioni giuridiche - Tomi I e II - Seconda edizione, Napoli, 2021 e 2022].


Bibliografia Di Riferimento

Per approfondimenti monografici e giurisprudenziali contattare il docente.

Modalità Erogazione

Lezioni didattiche frontali (90%). Seminari giurisprudenziali (10%).

Modalità Frequenza

Non obbligatoria, ma consigliata

Modalità Valutazione

L’esame consiste in una prova orale finalizzata a verificare la conoscenza delle basilari categorie del diritto privato e la dimestichezza con i fondamenti della metodologia dell’interpretazione giuridica, in una prospettiva coerente con la complessità delle fonti, sistematica ed assiologica, nonché la padronanza del linguaggio tecnico e la capacità di comprensione della logica sottesa ai rapporti privatistici, personali e patrimoniali, nella loro evoluzione e nei singoli casi concreti. La formulazione del giudizio finale rispetta i seguenti criteri di valutazione: - Mancato superamento dell’esame: il candidato non dimostra una sufficiente conoscenza dei concetti di base. - Da 18 a 21 (Livello sufficiente): il candidato dimostra una sufficiente conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in linguaggio semplificato. - Da 22 a 24 (Livello discreto): il candidato dimostra una discreta conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in maniera corretta. - Da 25 a 26 (Livello buono): il candidato dimostra una buona conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in modo corretto e consapevole. - Da 27 a 29 (Livello molto buono): il candidato dimostra una conoscenza approfondita dei concetti di base formalizzandoli in maniera fluida e collegandoli autonomamente anche nella valutazione di casi concreti. - Da 30 a 30 e lode (Livello ottimo/eccellente): il candidato dimostra una conoscenza molto approfondita dei concetti di base formalizzandoli con proprietà di linguaggio e collegandoli autonomamente e criticamente anche nella valutazione di casi concreti.

scheda docente | materiale didattico

Programma

- Nozioni introduttive: la norma e l’ordinamento giuridico. Le fonti del diritto e i conflitti tra le stesse. Il diritto privato. L’interpretazione della legge e l’analogia. Le situazioni giuridiche soggettive e i rapporti giuridici.
- Il soggetto del rapporto giuridico: persone fisiche e persone giuridiche. I diritti della personalità.
- L’oggetto del rapporto giuridico: i beni. I diritti reali: proprietà, possesso, diritti reali di godimento. Comunione e condominio. L’usucapione.
- Il rapporto obbligatorio: adempimento, inadempimento, vicende dell’obbligazione, tipologie di obbligazioni, tutela del credito e garanzie dell’obbligazione.
- Atto, fatto e negozio giuridico. Il contratto: il contratto in generale, formazione e vicende del contratto, le patologie, i singoli contratti nominati.
- I fatti illeciti e le altre fonti delle obbligazioni.
- La tutela dei diritti: la trascrizione. I diritti reali di garanzia, le azioni a difesa della garanzia patrimoniale, la prescrizione e la decadenza.
- I rapporti di famiglia.
- La successione per causa di morte.


Testi Adottati

Uno dei seguenti Manuali, alternativi tra di loro, purché aggiornati all'ultima edizione:

- A. TORRENTE e P. SCHLESINGER, Manuale di diritto privato, Giuffré, Milano, ult. ed.

- P. PERLINGIERI, Istituzioni di diritto civile, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, ult. ed.

- B. TROISI, Diritto civile. Lezioni, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, ult. ed.

- A) M. NUZZO, Introduzione alle scienze giuridiche. Norme - Soggetti - Attività, 3ª ed., Giappichelli, 2009; B) F. MACIOCE, L’obbligazione e il contratto, 4ª ed., Giappichelli, 2021; C) L. ROSSI CARLEO, E. BELLISARIO, V. CUFFARO, Famiglia e successioni. Le forme di circolazione della ricchezza familiare, 4ª ed., Giappichelli, 2016 (esclusi: i parr. da 6 a 12 del Capitolo Terzo; il Capitolo Ottavo e il Capitolo Decimo).

- A. TRABUCCHI, Istituzioni di diritto civile, Wolters Kluver Cedam, Padova, ult. ed.

- V. ROPPO, Diritto privato, Giappichelli, ult. ed.

Lo studio deve essere integrato con la consultazione di un’edizione aggiornata del Codice civile e delle principali leggi complementari: si consiglia, tra gli altri, G. PERLINGIERI e M. ANGELONE (a cura di), Codice civile con Costituzione, Trattati UE e FUE, Leggi complementari e Codici di settore, Napoli, 2022.

Per i soli studenti frequentanti: è obbligatorio integrare il programma di studio con la lettura ed il commento delle sentenze che saranno esaminate nel corso delle lezioni e caricate tra i materiali didattici su Moodle [tratte da G. PERLINGIERI e G. CARAPEZZA FIGLIA (a cura di), L’«interpretazione secondo Costituzione» nella giurisprudenza. Crestomazia di decisioni giuridiche - Tomi I e II - Seconda edizione, Napoli, 2021 e 2022].


Bibliografia Di Riferimento

Per approfondimenti monografici e giurisprudenziali contattare il docente.

Modalità Erogazione

Lezioni didattiche frontali (90%). Seminari giurisprudenziali (10%).

Modalità Frequenza

Non obbligatoria, ma consigliata

Modalità Valutazione

L’esame consiste in una prova orale finalizzata a verificare la conoscenza delle basilari categorie del diritto privato e la dimestichezza con i fondamenti della metodologia dell’interpretazione giuridica, in una prospettiva coerente con la complessità delle fonti, sistematica ed assiologica, nonché la padronanza del linguaggio tecnico e la capacità di comprensione della logica sottesa ai rapporti privatistici, personali e patrimoniali, nella loro evoluzione e nei singoli casi concreti. La formulazione del giudizio finale rispetta i seguenti criteri di valutazione: - Mancato superamento dell’esame: il candidato non dimostra una sufficiente conoscenza dei concetti di base. - Da 18 a 21 (Livello sufficiente): il candidato dimostra una sufficiente conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in linguaggio semplificato. - Da 22 a 24 (Livello discreto): il candidato dimostra una discreta conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in maniera corretta. - Da 25 a 26 (Livello buono): il candidato dimostra una buona conoscenza dei concetti di base formalizzandoli in modo corretto e consapevole. - Da 27 a 29 (Livello molto buono): il candidato dimostra una conoscenza approfondita dei concetti di base formalizzandoli in maniera fluida e collegandoli autonomamente anche nella valutazione di casi concreti. - Da 30 a 30 e lode (Livello ottimo/eccellente): il candidato dimostra una conoscenza molto approfondita dei concetti di base formalizzandoli con proprietà di linguaggio e collegandoli autonomamente e criticamente anche nella valutazione di casi concreti.