National Biodiversity Future Center – NBFC

image 154522

Il Centro Nazionale per la Biodiversità svolge ricerca e promuove lo sviluppo di soluzioni per monitorare, preservare e ripristinare la biodiversità funzionale, al fine di contrastare l’impatto antropico, gli effetti dei cambiamenti climatici e di supportare i servizi ecosistemici. Al tempo stesso, il Centro supporta le attività
di ricerca e innovazione per la valorizzazione della biodiversità attraverso processi di economia circolare e di restoration economy, capaci di tutelare le risorse ambientali e assicurare il benessere della persona.

L’elemento chiave del Centro di biodiversità sono le tecnologie abilitanti come le biotecnologie, l’intelligenza artificiale, le tecnologie per le scienze della vita, che consentono di comprendere la complessità biologica e di individuare soluzioni ad alto valore tecnologico, per una gestione sostenibile della biodiversità garantendo la resilienza degli ecosistemi e promuovendo uno stile di vita più sostenibile.

Il Centro si focalizza sul Mediterraneo (hotspot di biodiversità) e affronta sfide globali relative alla protezione e al ripristino degli ecosistemi marini, costieri e terrestri. Attraverso un approccio multidisciplinare, il Centro individua le strategie efficaci per ridurre la pressione antropica su ecosistemi, specie e popolazioni, anche sostenendo e sviluppando biobanche, favorendo la creazione e l’aggregazione di aree protette e di infrastrutture verdi e individuando soluzioni tecnologiche e gestionali capaci di generare valore ambientale, sociale ed economico.

Il Centro affronta, inoltre, tematiche emergenti strettamente connesse al benessere della persona come la forestazione e la rigenerazione urbana e l’individuazione di Nature Based Solution in grado di mitigare problematiche socio-ambientali (inquinamento, calamità ambientali e riscaldamento globale).

L’approccio “One Health” fornisce, infine, una visione integrata di tutte le componenti della biodiversità per la sicurezza e per il benessere e stimola lo sviluppo di nuove figure professionali capaci di affrontare le sfide contemporanee (green job).

Il National Biodiversity Future Center – NBFC ha ricevuto un finanziamento totale pari ad € 320.026.665,79

I Numeri

50 Soggetti partecipanti totali

  • 26 Università
  • 7 Enti pubblici di ricerca
  • 11 Enti privati
  • 6 Imprese

8 Spoke

  • Spoke 1 – Mapping and monitoring actions to preserve marine ecosystem biodiversity and functioning
  • Spoke 2 – Solutions to reverse marine biodiversity loss and manage marine resources sustainably
  • Spoke 3 – Assessing and monitoring terrestrial and freshwater biodiversity and its evolution: from taxonomy to genomics and citizen science
  • Spoke 4 – Ecosystem functions, services and solutions
  • Spoke 5 – Urban biodiversity
  • Spoke 6 – Biodiversity and human wellbeing
  • Spoke 7 – Biodiversity and society: communication, education and social impact
  • Spoke 8 – Biodiversity Open Innovation & Development of KETs.

4 Tematiche

  • Sea
  • Land
  • Urban
  • Impact

La partecipazione di Roma Tre

L’Università degli Studi Roma Tre partecipa come affiliato allo Spoke 3 – Assessing and monitoring terrestrial and freshwater biodiversity and its evolution: from taxonomy to genomics and citizen science.

Nel progetto sono coinvolti 13 docenti del Dipartimento di Scienze

Data di inizio del progetto: 1 luglio 2022

Data di conclusione prevista: 30 giugno 2025

Costi totali: € 3.500.000,00

Agevolazione concessa: € 3.500.000,00

Sito internet ufficiale del National Biodiversity Future Center: Link identifier #identifier__49621-1https://www.nbfc.it/

 

Finanziato dall’Unione europea – NextGenerationEU

Informazioni di sistema 21 Novembre 2023