E-Learning e media education

Link identifier #identifier__155537-1Link identifier #identifier__184230-2
Il Corso di Laurea magistrale in E-learning e media education offre una formazione avanzata nel campo delle scienze della formazione, socio-psico-pedagogiche, filosofiche, giuridiche e informatiche applicate e fornisce competenze specifiche di programmazione, progettazione, gestione e valutazione nel duplice campo della realizzazione di interventi educativi e formativi con uso di strumenti telematici (e-learning) e della media education. Il CdS si propone di perseguire quale obiettivo principale quello della formazione specialistica di laureati magistrali in grado di assumere ruoli di coordinamento nella progettazione pedagogico-didattica e nella realizzazione di corsi erogati a distanza, nella formazione dei formatori sui temi dell'e-learning e della media education in diversi ambiti (scuola, profit e no-profit, formazione professionale, formazione continua, ecc.), nella formazione di insegnanti e dirigenti scolastici sui temi relativi alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, nelle attività di comunicazione, diffusione e promozione dell'uso delle tecnologie comunicative in diversi contesti: enti pubblici, aziende private e organizzazioni economiche di diverso tipo.
Il corso intende rispondere alla crescente domanda sociale di formazione in relazione al continuo e progressivo avanzamento tecnologico della conoscenza e alle criticità educative ad esso connesse. Il corso di laurea magistrale in E-learning e Media education è volto, dunque, all'integrazione dei saperi relativi all'educazione e alla formazione con quelli relativi alla comunicazione, anche tecnologicamente mediata. Tale integrazione mira alla formazione di una pluralità di figure professionali in grado di operare nei diversi ambiti di convergenza tra educazione e comunicazione, in contesti a carattere istituzionale, aziendale e del terzo settore. I laureati in E-learning e Media education potranno dunque inserirsi negli ambienti educativi formali, non formali e informali; nei settori dell'animazione culturale e del tempo libero; nel lavoro di prevenzione dei rischi in età adolescenziale; nei settori aziendali ed editoriali della produzione mediale e massmediale; nella formazione dei formatori sui temi media educational nei diversi settori lavorativi (scuola, profit e no-profit); nella formazione di insegnanti e dirigenti scolastici; nelle attività di comunicazione, diffusione e promozione dell'uso delle tecnologie comunicative in diversi contesti: enti pubblici, aziende private e organizzazioni economiche di diverso tipo. Il percorso di studi prevede l'acquisizione di solide competenze disciplinari e metodologiche in merito a entrambe le aree della comunicazione e dell'educazione, nonché alla loro integrazione funzionale. Al termine del percorso il laureato in E-learning e Media education avrà conoscenze approfondite in merito ai linguaggi e alle tecnologie comunicative, ai processi, alle istituzioni e alle pratiche sociali coinvolti nella produzione, nella circolazione e nell'utilizzo dei testi e dei flussi comunicativi con particolare riferimento al nuovo ecosistema digitale; all'utilizzo delle risorse della comunicazione, sia a carattere espressivo-artistico che mediate dalle tecnologie, online e offline, nella pratica didattica, nei percorsi di apprendimento formale, non formale e informale, negli interventi educativi, sia in presenza che a distanza; alla progettazione e alla valutazione di interventi a carattere educativo e formativo volti a produrre nei destinatari maggiore capacità di comprensione e interpretazione, senso critico e consapevolezza rispetto ai fenomeni della comunicazione; alla ideazione e creazione di prodotti e ambienti comunicativi a carattere educativo o formativo.

OBIETTIVI
OBIETTIVI
Pedagogista
I laureati nella classe opereranno in regime di lavoro dipendente, autonomo/libero- professionale o parasubordinato, all’interno di organizzazioni e sistemi pubblici e/o privati o del Terzo Settore, anche non accreditati, e in tutti gli ambiti indicati dalla normativa vigente. I Pedagogisti formati dalla classe svolgono pertanto, all’interno di tali ambiti, attività di coordinamento, progettazione, valutazione e supervisione di interventi educativi e formativi che sappiano coniugare le strategie di apprendimento tradizionale con quelle multimediali, interattive e collaborative a distanza nonché attività di ricerca nell’ambito della media education e dell’e-learning. Tali attività possono essere svolte in strutture socio-educative di enti locali, di Regioni e della Pubblica Amministrazione, in aziende sanitarie e socio-sanitarie, nelle cooperative, nelle associazioni di volontariato e in altri enti del Terzo Settore (quali ONG, ONLUS, Fondazioni), nelle scuole, nelle agenzie educative finalizzate all’animazione e all’aggregazione giovanile, all’educazione della famiglia, all’educazione sportiva e ambientale, alla prevenzione del rischio in età adolescenziale; nel settore dell’associazionismo a supporto degli specifici percorsi educativi (cittadinanza digitale, integrazione multiculturale, sostegno alle fragilità, alla genitorialità, agli anziani); nelle industrie creative rivolte all’infanzia e ai giovani, a sostegno dei processi di ideazione, realizzazione, distribuzione di prodotti mediali o di esperienze comunicative a carattere educational o edutainment; nelle istituzioni culturali e del tempo libero.
Competenze di ordine pedagogico, tecnologico e comunicativo; competenze di coordinamento e supporto dell'attività educativa, formativa e didattica.
I corsi della classe hanno come obiettivo quello di formare la figura del Pedagogista abilitato secondo la normativa vigente. La formazione fornita dalla classe è funzionale al raggiungimento di idonee conoscenze e competenze pedagogiche di secondo livello, riconducibili al quadro complessivo della scienza pedagogica, corrispondenti al livello 7 del Quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente, di cui alla raccomandazione 2017/C 189/03 del Consiglio, del 22 maggio 2017

Media educator
Il Media educator è una figura qualificata in grado di
– creare e sviluppare competenze mediali,
– formare educatori e insegnanti relativamente alle modalità di produzione, ricerca e selezione, valutazione, conservazione e riuso di contenuti informativi, in particolare all’interno del nuovo ecosistema digitale, e alle caratteristiche comunicative dei diversi media;
– fornire consulenza ad aziende del settore media e tecnologie;
– diffondere la cultura mediatica;
– stimolare una fruizione consapevole dei media e del management educativo;
– progettare e condurre laboratori specializzati in modo creativo;
– incentivare il pensiero critico, con particolare riferimento alle capacità di valutazione delle fonti e dei contenuti informativi;
– valorizzare le strategie valutative per una cittadinanza attiva e consapevole, anche in relazione alle nuove frontiere dei diritti di cittadinanza in ambito digitale.

Competenze di ordine socio-psico-pedagogico; competenze relative alle caratteristiche comunicative e funzionali dei diversi media; competenze di ricerca, consulenza, progettazione, coordinamento e valutazione di progetti di media education. Capacità di lavorare in team, all’interno di progetti formativi e comunicativi.
Nelle organizzazioni complesse del settore pubblico e privato; nelle agenzie educative finalizzate all'animazione e all'aggregazione giovanile, nell'associazionismo, nella comunità ecclesiale; nei servizi socio educativi e negli enti territoriali. Nell’ambito del sistema biblioteche-archivi-musei, con particolare riferimento alla comunicazione verso l’esterno e alle attività formative.

Esperto nella progettazione e gestione formativa di corsi e-learning
L'Esperto nella progettazione e gestione formativa di corsi e-learning è il professionista incaricato dell'organizzazione e dell'implementazione complessiva del sistema di e-learning, sia esso totalmente online, blended oppure web-enhanced.
Si occupa pertanto della pianificazione e del coordinamento della attività necessarie alla progettazione, allo sviluppo e all'erogazione del servizio di e-learning, e ne verifica in itinere lo stato di avanzamento.
Segue gli aspetti metodologici di analisi, progettazione, sviluppo, valutazione di un intervento formativo in modalità e-learning. Si occupa inoltre, collaborando con gli esperti della materia, della raccolta, organizzazione e predisposizione dei contenuti e degli strumenti di valutazione. Collabora con i tecnici che si occupano dello sviluppo grafico e informatico dei corsi, fornendo indicazioni, raccogliendo vincoli e specifiche, monitorando l’attività e la qualità dei prodotti.
Collabora infine con i responsabili dell’erogazione del corso (tutor, docenti, animatori,…) per impostare la metodologia formativa, le modalità di interazione con i partecipanti del corso, l'utilizzo degli strumenti sincroni e/o asincroni disponibili.

L’ Esperto nella progettazione e gestione formativa di corsi e-learning avrà competenze specifiche nel:
- Progettare un corso in modalità e-learning
- analizzare il fabbisogno formativo dei destinatari
- definire gli obiettivi del corso e-learning
- scegliere le strategie didattiche
- definire struttura e tipologia di contenuti, interattività, multimedialità
- definire i criteri e gli indicatori per il monitoraggio e la valutazione delle attività formative
- definire i requisiti funzionali e le caratteristiche grafiche del prodotto
- Stendere storybard di corsi in modalità e-learning
- Raccogliere materiali e contenuti didattici predisposti dagli esperti-docenti
- Classificare e organizzare i materiali in funzione didattica e comunicativa
- Scegliere gli strumenti e i media da utilizzare
- Redigere i testi utilizzando format predisposti (storyboard, mappe, flow-chart) e applicando stili di comunicazione adatti al web
- Predisporre prove di verifica dell’apprendimento
- Stimare i tempi per le diverse attività
- Redigere indicazioni per lo sviluppo grafico e informatico (immagini, animazioni, impaginazione)
Monitorare lo sviluppo di contenuti in modalità e-learning
- gestire i rapporti con il team tecnico
- monitorare lo sviluppo dei contenuti verificando l’aderenza alle specifiche tecniche, comunicative e didattiche
- effettuare le attività di debug del prodotto
- validare il prodotto definitivo, in accordo con l’esperto contenuti.

L’ Esperto nella progettazione e gestione formativa di corsi e-learning può operare presso società specializzate nella formazione a distanza e nella creazione di prodotti multimediali e di rete, oppure in aziende ed enti pubblici, generalmente medio-grandi ed università attive nell’ambito della formazione a distanza. Può svolgere incarichi di collaborazione a progetto o contratti di lavoro autonomo.
Nelle aziende più grandi può essere inserito anche con contratto di lavoro subordinato all’interno della struttura dedicata alla formazione interna.


Esperto nella creazione di contenuti per l’e-learning
L’esperto nella creazione di contenuti per l’e-learning costituisce figura di raccordo fra docenti ed esperti disciplinari da un lato e progettisti e gestori di corsi e-learning dall’altro, garantendo le conoscenze e competenze necessarie alla più efficace progettazione, costruzione e implementazione di contenuti di apprendimento (learning content), anche nella forma di oggetti di apprendimento (learning object), nel contesto di istituzioni formative pubbliche e private, della pubblica amministrazione (tenendo conto delle indicazioni fornite dalle linee guida per l’e-learning nelle pubbliche amministrazioni), delle realtà aziendali e imprenditoriali con esigenze di formazione in ingresso, formazione permanente e aggiornamento professionale. Nello specifico, tale figura rende possibile una formazione basata su contenuti che affianchino a un processo di rigorosa definizione, selezione e validazione – compito degli esperti disciplinari – un’organizzazione funzionale alle caratteristiche specifiche dell’apprendimento on-line e blended, in particolare per quanto riguarda i tempi e le modalità di fruizione, le possibilità di riuso, le possibilità di personalizzazione e customizzazione anche in funzione delle diverse necessità e degli stili di apprendimento individuali. Fra i suoi compiti è anche l’adeguata metadatazione dei contenuti, sia in funzione della loro reperibilità (discoverability) sia rispetto all’esplicitazione delle diverse responsabilità autoriali ed editoriali coinvolte, garantendo nel contempo che i contenuti realizzati rispettino le normative italiane e europee in materia di diritto d’autore e sensibilizzando le istituzioni di appartenenza sui vantaggi della produzione di risorse educative aperte e riusabili (Open Educational Resources) e sulle caratteristiche dei relativi regimi di diritti e di licenza. L’esperto in creazione di contenuti ha inoltre il compito di verificare la piena accessibilità dei contenuti di apprendimento realizzati, nel rispetto delle normative italiane ed europee in materia, tenendo presenti le necessità specifiche delle situazioni di BES e DSA, anche in funzione delle caratteristiche delle piattaforme di erogazione utilizzate.
L’esperto nella creazione di contenuti per l’e-learning avrà competenze specifiche legate a:
- progettazione e costruzione di contenuti e oggetti di apprendimento digitali ricchi, multicodicali e interattivi, realizzati tenendo presenti da un lato i vantaggi della modularità e riusabilità, dall’altro le esigenze di una loro efficace organizzazione, con le necessarie competenze di base nel campo dell’editoria digitale, della produzione audio-video e della regia multimediale;
- forme e modalità dello storytelling digitale, in particolare nei campi dell’explanatory storytelling, del data storytelling, del trans-media e cross-media storytelling e della data visualization, anche in relazione alla realizzazione dei relativi storyboard;
- uso dei principali authoring tools per la creazione di learning content e learning object, e padronanza dei relativi standard di marcatura, impacchettamento e metadatazione (SCORM e altri);
- principi di instructional design e loro implicazioni per la progettazione di contenuti efficaci;
- licenze e gestioni dei diritti legati ai contenuti di apprendimento;
- natura, tipologie, vantaggi e modalità di gestione e distribuzione delle risorse educative aperte (OER);
- accessibilità e usabilità dei contenuti di apprendimento digitali, e strumenti per la loro personalizzazione e customizzazione;
- natura e funzionamento dei repository per contenuti di apprendimento (LCMS) e loro collegamento con le piattaforme di gestione dell’apprendimento (LMS);
- creazione di trailer e presentazioni di corsi e contenuti, anche in funzione delle sedi di destinazione (siti web, social network…) e delle diverse tipologie di destinatari.

L’esperto nella creazione di contenuti per l’e-learning può operare nelle istituzioni formative pubbliche e private, nelle realtà imprenditoriali e della pubblica amministrazione che richiedono figure e competenze specifiche legate alla produzione di corsi e materiali di formazione in ingresso, formazione permanente e aggiornamento professionale, nonché nelle realtà editoriali impegnate nella produzione di contenuti digitali e multimediali per l’apprendimento.
Se associato ai necessari titoli di studio e alle relative competenze disciplinari, la figura dell’esperto nella creazione di contenuti per l’e-learning si può inoltre efficacemente integrare con la figura docente, offrendo al mondo della scuola e dell’università un profilo professionale particolarmente adatto a favorire l’indispensabile rinnovamento nelle metodologie e nei contenuti della didattica disciplinare.

I laureati magistrali nel corso di E-Learning e Media education sono in grado di:
- svolgere attività di coordinamento e progettazione di interventi educativi, di formazione e di consulenza pedagogica nei diversi ambiti professionali, con particolare riferimento all’animazione culturale e al tempo libero, alla produzione culturale e all’editoria digitale, all’uso delle tecnologie didattiche nella scuola, alla media literacy e alla cittadinanza digitale, alla comunicazione e alla promozione delle attività socio-educative;
- gestire le tecnologie digitali, gli ambienti di apprendimento online e i relativi processi produttivi per integrare le strategie didattiche tradizionali con quelle multimediali, interattive, collaborative e a distanza;
- svolgere attività di progettazione, realizzazione e valutazione di interventi educativi, sia in presenza sia nei diversi formati della Blended Education, che prevedano l’uso delle diverse tecnologie comunicative e della rete nei processi formativi;
- svolgere attività formative ed educative volte a sviluppare senso critico, autonomia di orientamento, capacità di analisi e utilizzo consapevole e responsabile delle tecnologie, dei servizi e dei prodotti audiovisivi, multimediali e di rete, con particolare attenzione alla prevenzione dei rischi in età adolescenziale;
- collaborare alla formazione digitale degli insegnanti e alla diffusione dell’innovazione
nei contesti scolastici;
- ideare e creare prodotti e ambienti comunicativi a carattere educativo e formativo;
- svolgere attività di ricerca e sviluppo nell’ambito della media education e dell’e- learning.

Le funzioni essenziali e gli obiettivi formativi qualificanti del corso di laurea possono riassumersi schematicamente in:
- acquisizione di conoscenze e competenze nel campo dell'E-learning e della Media Education;
- sviluppo di abilità di gestione e di coordinamento dei processi e dei servizi educativi-comunicativi nei diversi contesti della formazione (istituzionali, privati, associativi no-profit);
- sviluppo di abilità metodologiche e didattiche per la progettazione, gestione, valutazione e erogazione di attività educative che prevedano l'uso delle diverse tecnologie educative e della rete nei processi formativi;
- acquisizione di conoscenze sulle diverse tecnologie dell’educazione e della comunicazione per sviluppare senso critico, autonomia di orientamento e capacità di analisi e destrutturazione dei testi e dei prodotti audiovisivi e multimediali;
- acquisizione di conoscenze sulle tecniche dell'informazione e della comunicazione per integrare le strategie didattiche tradizionali con quelle multimediali, interattive, collaborative e a distanza;
- competenze relative alla comprensione della struttura linguistica, operativa e tecnologica dei mezzi di comunicazione al fine di sviluppare un senso critico-interpretativo della realtà simbolica costruita dai media;
- competenze nella progettazione di attività di ricerca e sviluppo nell'ambito della Media Education e nell'e-learning e di promozione della sperimentazione.

I laureati magistrali della classe devono essere in grado di:
- possedere avanzate abilità e competenze relazionali, comunicative, organizzative e istituzionali nell’ambito della media education e della formazione a distanza;
- esercitare una solida cultura deontologica, integrata da una adeguata conoscenza delle normative di settore;
- organizzare il lavoro educativo e formativo di secondo livello (consulenza, supervisione, coordinamento, programmazione, gestione, ecc.);
- sviluppare abilità e competenze scientifiche, teoriche, pratiche e metodologie per la progettazione, la realizzazione, la valutazione e l'erogazione di prodotti educational nei settori mass e new mediali;
- comprendere, interpretare criticamente, usare in modo originale i linguaggi e le tecnologie della comunicazione per analizzare testi e pratiche sociali a carattere comunicativo e per produrre testi e ambienti comunicativi a carattere istituzionale, educational o edutainment;
- progettare percorsi di apprendimento, formazione ed educazione finalizzati all’uso critico e consapevole delle tecnologie della comunicazione, alla produzione creativa, espressiva e partecipativa di testi mediali/ambienti online.

L'ammissione al corso di laurea magistrale è subordinata al possesso dei titoli previsti dalla legge: diploma di laurea o diploma universitario di durata triennale, laurea quadriennale v.o. o di altra laurea specialistica o magistrale, ovvero di altro titolo straniero riconosciuto idoneo.
Vengono ammessi senza verifica di ulteriori requisiti curriculari i candidati in possesso di una laurea conseguita nella classe L-19 di cui al D.M. 270/2004, ovvero nella corrispondente classe prevista dal previgente D.M. 509/1999.
Sono altresì ammessi i candidati in possesso di una laurea conseguita nella classe L-20 di cui al D.M. 270/2004, ovvero nella corrispondente classe prevista dal previgente D.M. 509/1999 a condizione che abbiano conseguito almeno 15 CFU nei settori M-PED/01; M-PED/02; M-PED/03; M-PED/04.
I candidati in possesso di una laurea triennale ex D.M. 270/2004 o D.M. 509/1999 sono ammessi a condizione di aver conseguito almeno 15 CFU in area pedagogica (M-PED/01; M-PED/02; M-PED/03; M-PED/04) e 40 CFU nelle aree psicologica (M-PSI/01, M-PSI/04, M-PSI/05, M-PSI/06), area socio-antropologica (SPS/07, SPS/08, SPS/09, SPS/12, M-DEA/01), umanistica (L-ART/04, L-ART/05, L-ART/06, L-ART/07, L-FIL-LET/10, L-FIL-LET/11, LFIL-LET/12, M-STO/04, M-STO/05, M-FIL/03, M-FIL/04, M-FIL/05, M-FIL/06) o giuridica (IUS/01, IUS/09, IUS/17).
Nel caso di candidati in possesso di una laurea vecchio ordinamento o di diploma universitario di durata triennale o diploma conseguito presso Scuole dirette a fini speciali di durata triennale di ordinamenti pre D.M. 509/99 la verifica viene effettuata considerando i contenuti specifici degli insegnamenti sostenuti e la loro durata (semestrale 6 CFU annuale 12 CFU).
Eventuali carenze curriculari devono essere colmate prima dell’iscrizione.
L'ammissione al corso di laurea magistrale è subordinata al superamento di una verifica dell'adeguatezza della personale preparazione che avverrà attraverso la valutazione del curriculum del candidato da parte di una Commissione appositamente costituita dal Consiglio di corso e pubblicata sulla pagina web del corso.
Autonomia di giudizio
Il laureato magistrale avrà acquisito le competenze finalizzate a:
- acquisire senso critico, autonomia di orientamento e capacità di analisi e destrutturazione dei testi e dei prodotti audiovisivi e multimediali;
- maturare giudizio in ordine alle dimensioni pedagogiche, etiche, sociali implicate nella produzione audiovisiva e multimediale e nella progettazione e gestione degli interventi di formazione in rete, blended e a distanza;
- formulare i giudizi sulla base di informazioni limitate o incomplete relativamente alle fasi di pianificazione, gestione e valutazione degli interventi educativi nella prospettiva della media education;
- possedere strumenti di analisi critica della realtà mass mediale;

L'autonomia di giudizio viene sviluppata in particolare nell'ambito delle attività di studio, ricerca e progettazione connesse con gli insegnamenti delle diverse scienze dell'educazione, di area psico-sociologica e giuridica e della media education, nonché nella partecipazione a laboratori ispirati a differenti impostazioni professionali. L'autonomia di giudizio potrà essere valutata anche a partire dalla relazione sull'attività di tirocinio svolta e dall'attività di preparazione e di discussione della prova finale.
Abilità comunicative
Il laureato magistrale avrà acquisito le competenze finalizzate a:
- gestire e divulgare l'informazione attraverso processi di comunicazione efficace nell'ambito delle strutture di coordinamento dei servizi socio-educativi;
- promuovere la relazione comunicativa per la costruzione di una rete tra esperti-professionisti dei servizi educativi e formativi nello svolgimento delle funzioni di coordinamento, supervisione e gestione;
- interagire in presenza e online, creando reti con altri operatori della formazione e dell'istruzione.
- Le abilità comunicative saranno acquisite nelle attività formative delle singole discipline, sia in presenza, sia a distanza e nelle attività di laboratorio e di tirocinio.
Capacità di apprendimento
Il laureato magistrale:
- è in grado di utilizzare gli strumenti di analisi e di applicare i metodi di apprendimento sviluppati per approfondire e aggiornare in autonomia le proprie conoscenze;
- è in grado di individuare gli strumenti e i percorsi di formazione adeguati per lo sviluppo delle proprie conoscenze culturali e specialistiche e delle proprie competenze professionali.
Le capacità di apprendimento sono conseguite nel percorso di studio nel suo complesso e verificate nelle sue singole articolazioni con riguardo particolare alla promozione di competenze di studio e ricerca con uso di strumentazioni convenzionali e connesse con le nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione, alla capacità di studio individuale e in contesti di gruppo, all'autonomia nella gestione del proprio percorso formativo in funzione di scadenze programmate, alla capacità di elaborare sintesi teoriche e metodologico-operative che tengano conto del dibattito scientifico e culturale contemporaneo.
La prova finale della laurea magistrale si configura come una esperienza di riflessione, di ricerca e di elaborazione progettuale assai importante e impegna lo studente a mettere a frutto la più ampia gamma delle competenze acquisite. Saranno incentivate tesi finali collegate alle esperienze di stage e tirocinio e potranno consistere anche nell’elaborazione di progetti formativi online. La Tesi dovrà dimostrare la maturità dello studente rispetto agli obiettivi formativi qualificanti del corso di laurea magistrale e la sua capacità di approfondire criticamente un argomento pertinente al curriculum degli studi, nei suoi aspetti sia teorici sia metodologici. L'elaborazione della Tesi è una fase molto importante nel curriculum della laurea magistrale, come risulta anche dall'elevato numero di crediti attribuiti. La rilevanza riguarda sia la metodologia scientifico-tecnica, che nella Tesi viene applicata ad un tema di ricerca, sia la valenza tecnico-professionale, che può orientare lo studente alle successive scelte di lavoro. Per quanto riguarda gli aspetti procedurali, l'argomento dell'elaborato deve essere concordato preferibilmente con un docente titolare di un insegnamento. La domanda di approvazione dell'argomento della Tesi dovrà essere presentata presso la segreteria didattica almeno 6 mesi prima della data prevista per la discussione.
Informazioni utili
Informazioni utili

soddisfazione degli studenti