Roma Tre nel progetto “Qualità della Luce per Roma” per l’illuminazione della Basilica di Santa Maria in Trastevere

Link identifier archive #link-archive-thumb-soap-30327
Roma Tre nel progetto “Qualità della Luce per Roma” per l’illuminazione della Basilica di Santa Maria in Trastevere
Link identifier #identifier__136276-1Link identifier #identifier__50629-2
E’ stato inaugurato nel mese di luglio 2020 il nuovo impianto di illuminazione esterna della Basilica di Santa Maria in Trastevere, realizzato da Acea, nell’ambito del Progetto Qualità della Luce per Roma, attività in collaborazione con il Dipartimento SIMU Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana –SIMU, la Sovrintendenza Capitolina, e il Dipartimento di Architettura del nostro Ateneo.
 
Il progetto - esempio di progettazione integrata di illuminazione funzionale/ illuminazione artistica -
è stato sviluppato dal team composto da Cristina Scudetti e Bruno Lalli di Areti e Marco Frascarolo del Dipartimento di Architettura di Roma Tre, in collaborazione con Arianna Cajano, della Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma.
 
Il progetto connesso alla recente ristrutturazione dei mosaici e degli affreschi che caratterizzano la facciata della Basilica, è basato sulla compresenza di apparecchi installati all’interno del perimetro della Basilica - che ne garantiscono la corretta visione a livello volumetrico e materico - e di apparecchi dotati di ottiche molto strette posizionati all’interno di un palo disegnato ad hoc e posto in corrispondenza dello spigolo dell’edificio di fronte, che ammorbidiscono le ombre e creano un lieve chiarore sul colonnato e sulle statue sovrastanti.
 
Alle attività legate al progetto hanno partecipato – sulla base di specifici bandi – anche studenti e ex studenti di Roma Tre, del master in Lighting Design de La Sapienza (convenzionato con il laboratorio di Fisica Tecnica e Tecnologia, Dipartimento di Architettura RomaTre) e del Politecnico di Torino.