Dante e le grandi questioni escatologiche

Link identifier archive #link-archive-thumb-soap-54297
Dante e le grandi questioni escatologiche
Link identifier #identifier__86817-1Link identifier #identifier__21209-2
Il 25 e il 26 novembre 2021, presso l’Università degli Studi Roma Tre, si terrà il Convegno Internazionale Dantesco dal titolo “Dante e le grandi questioni escatologiche“.
 
Giovedì 25 novembre
9. 30                Saluti introduttivi
Luca Pietromarchi, Magnifico Rettore 
S. Em. Rev. il Cardinale Gianfranco Ravasi
 
«Tal era io a quella vista nova». Paradigmi visionari nell’epoca di Dante
Presidenza:     Luca Azzetta (Università degli Studi di Firenze)
10.30               Gian Luca Potestà (Università Cattolica, Milano), L’Apocalisse di Giovanni nei secoli XIII e XIV: letture e reinvenzioni
11.00               Marco Giuseppe Rainini (Università Cattolica, Milano), Le visioni del profeta Ezechiele: letture fra XII e XIV secolo  
11.30               Intervallo
11.45               Marco Petoletti (Università Cattolica, Milano), Bernardo di Chiaravalle e la visione finale di Dante nel canto XXXIII del Paradiso
12.15               Giovanna Frosini (Università per Stranieri di Siena-Accademia della Crusca), «Nell’intelletto tuo l’etterna luce» (Par., V 8). Parole per dire l'eterno
 
Il «disio d’i corpi morti». Risurrezione dei corpi e unità della persona
Presidenza:     Luca Serianni (Università La Sapienza, Roma)
15.00               Emanuela Prinzivalli (Università La Sapienza, Roma), Il rapporto anima/corpo dopo il giorno del giudizio nella tradizione dei Padri della Chiesa
15.30               Costante Marabelli (Facoltà Teologica, Lugano), Il rapporto anima/corpo dopo il giorno del giudizio nella Scolastica dal sec. XIII a Dante.
16.00               Intervallo
16.15               Christian Trottmann (Université de Bourgogne), La disputa teologica al tempo di Giovanni XXII
16.45               Pasquale Porro (Università degli Studi di Torino), Risurrezione del corpo e intensificazione della beatitudine: il Paradiso di Dante nel contesto dei dibattiti scolastici
 
Venerdì 26 novembre
«Sì come schiera d’ape che s’infiora». L’angelologia tra riflessione teorica e tradizione iconografica
Presidenza:     Luca Marcozzi (Università degli Studi Roma Tre)
9.30                 Dominique Poirel (Institut de recherche et d’histoire des textes, Paris), L’influsso dello Pseudo Dionigi nell’angelologia dei sec. XII-XIII
10.00               Tiziana Suarez Nani (Université de Fribourg), Pensare l’angelo: paradigmi medievali e temi danteschi a confronto
10.30               Intervallo
10.45               Anna Rodolfi (Università degli Studi di Firenze), La riflessione angelologica nell’Ordine domenicano e la sua influenza su Dante da Gregorio Magno allo Pseudo-Dionigi
11.15               Marco Bussagli (Accademia di Belle Arti, Roma), La rappresentazione degli angeli nell’iconografia medievale
11.45               Theodore J. Cachey Jr. (University of Notre Dame), Conclusioni
12.15               Mons. Pasquale Iacobone (Pontificia Commissione Dantesca), Saluti finali